12 giugno 1945 finisce l'occupazione slava di Trieste - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

venerdì 12 giugno 2020

12 giugno 1945 finisce l'occupazione slava di Trieste

Il 12 giugno del 1945 finiva l'occupazione slava della città di Trieste. Settantacinque anni dopo, il Comune di Trieste ha istituito la Giornata di liberazione dell'occupazione jugoslava, che fu cruenta e dolorosa per i triestini e rappresenta un primo passo verso la verità storica.
40 giorni di violenza e di morte, per mano dell'Ozna, la polizia politica del maresciallo Tito, contro tutto ciò che era italiano, 40 giorni di morte che non hanno mai trovato spazio sui libri di scuola. D'altronde la storia viene scritta dai vincitori.  Cosi come nessuno sembra ricordare che le bande comuniste del maresciallo Tito erano alleati di inglesi e americani, come del regio esercito del maresciallo Badoglio e dei partigiani.
Il 12 giugno del 1945 finiva l'occupazione slava della città di Trieste che restò sotto occupazione inglese ed americana fino al 26 ottobre del 1954.
Sulle foibe di Monrupino e Basovizza compare una scritta “Onore e cristiana pietà a coloro che qui sono caduti. Il loro sacrificio ricordi agli uomini le vie della giustizia e dell’amore sulle quali rifiorisce la vera pace” ma se di onore e giustizia si vuol parlare che venga inciso a chiare lettere “Qui giacciono migliaia di italiani uccisi dalle truppe slavo comuniste del Maresciallo Tito”. Questo bisogna scrivere. Questa è la verità!

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700