Incrocio pericoloso in autostrada: ultras baresi incendiano due van leccesi - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

domenica 23 febbraio 2020

Incrocio pericoloso in autostrada: ultras baresi incendiano due van leccesi

Mattinata di follia lungo l'autostrada A16 (Napoli-Bari) all'altezza di Candela, in provincia di Foggia, negli scontri tra le tifoserie calcistiche del Bari e del Lecce. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito in maniera grave, ma i momenti di tensione sono stati davvero forti. Più di 200 gli ultrà coinvolti nello scontro, in netta prevalenza baresi. Parabrezza infranti per tre auto, due furgoncini dei supporter salentini sono stati dati alle fiamme. Sono intervenuti i vigili del fuoco per domare gli incendi. Le voci di un blitz organizzato da parte del gruppo proveniente da Bari non trova conferma, per il momento, negli ambienti investigativi.

Le due tifoserie si sono incontrate all'altezza dell'area di servizio Ofanto Nord. I tifosi del Lecce erano diretti nella capitale per la partita di serie A con la Roma, mentre quelli del Bari (serie C) procedevano verso Castellamare per il confronto con la Juve Stabia. Prima gli insulti, poi il contatto. 
Le forze di polizia parlano di tafferugli, ma testimoni raccontano anche spranghe in ferro e bottiglie di vetro. Gli investigatori precisano che non c'è stata alcuna richiesta di intervento agli operatori del 118. Lancio di fumogeni da parte dei poliziotti per riportare la situazione alla normalità. Bloccata la circolazione stradale per un paio d'ore. Le indagini sono coordinate dalla polizia di Stato.
Immediata e netta la condanna da parte del sindaco di Bari e dal presidente della squadra di calcio, che è poi anche il patron del Napoli, Aurelio De Laurentiis, uno che non ha mai fatto concessioni alle frange ostili della tifoseria

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700