Chiedeva il contraddittorio su antifascismo e dopoguerra: professore sospeso e multato - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

sabato 8 febbraio 2020

Chiedeva il contraddittorio su antifascismo e dopoguerra: professore sospeso e multato

L'Anpi colpisce affonda. A tre mesi dall'esposto dell'associazione partigiani scatta un provvedimento disciplinare abbastanza severo contro il professore marchigiano che aveva osato sfidare la vultaga antifascista e politically correct. Il provvedimento della direzione scolastica regionale è stato notificato ieri stamattina , a seguito dell’ esposto dell’Anpi di Macerata , presentato dopo i fatti del 28 novembre 2019 nell’istituto scolastico Da Vinci di Civitanova. Il professor Matteo Simonetti è stato per 30 giorni dall’insegnamento con decurtazione del 50% dello stipendio (un mifgliaio di euro di multa, in soldoni). Il docente era assistito dall’avvocato Alberto Feliziani.
"Atteso il clima che ho rinvenuto durante l’audizione del professor Simonetti – commenta il legale – che il provvedimento era atteso e che, francamente, a questo punto, ritengo che la vicenda vada immediatamente sottoposta al magistrato del lavoro anche in relazione al maggior danno che si sta producendo, atteso che il professor Simonetti è stato chiamato dall’Università di Salamanca (Spagna) come ricercatore, con evidenti ripercussioni sia sull’immagine, che sull’onorabilità e, non da ultimo, sulla stessa carriera . Ora il danno è di proporzioni inimmaginabili e se qualcuno ha sbagliato e se il professore verrà dichiarato sospeso illegittimamente, qualcuno risarcirà ".
I fatti si riferiscono al convegno che venne organizzato dall’Anpi nell’auditorium del liceo con la presentazione di un libro di Andrea Martini che trattava i fatti accaduti all’indomani della Liberazione e quindi il dopo Mussolini . In quell’occasione, durante l’esposizione dell’autore del libro, il professor Simonetti contestò apertamente l’iniziativa che, a suo dire, era viziata dal fatto che non fosse stato garantito il contraddittorio.
L’accesa polemica che ne seguì, sui temi del fascismo e della Resistenza, è sfociata in un esposto dell’Anpi che del docente ha acquisito le dichiarazioni nel merito di quell’iniziativa e anche suoi scritti, libri e post Facebook. Tutto materiale finito agli atti dell’istruttoria del procedimento disciplinare aperto presso il provveditorato agli studi che si è concluso, dopo l’audizione del docente, con la sua sospensione per un mese senza stipendio.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700