Manifesto dell'odio nel Vicentino. Ce n'è per tutti - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

martedì 28 gennaio 2020

Manifesto dell'odio nel Vicentino. Ce n'è per tutti

 "27 gennaio giornata della memoria, ricordiamoci di riaprire i forni: ebrei, rom, sinti, froci, negri, comunisti. Ingresso libero". E’ questo il 
contenuto choc del manifesto, firmato con una svastica, esposto la scorsa notte tra lunedì e martedì da ignoti sulla bacheca del Partito Democratico, vicino alle sedi locali dell’Anpi e dell’Arci,  della sezione di Torrebelvicino (Vicenza), nella zona di Schio.
Sul fatto gli esponenti locali del partito avrebbero già inoltrato una denuncia, al punto che i Carabinieri della locale compagnia hanno già  avviato le indagini per risalire gli autori della "rivendicazione". I militari vaglieranno anche le immagini
della videosorveglianza sparse nella zona. Il volantino è stato lasciato sul posto nella notte successivo della giornata dedicata alla memoria dell’Olocausto.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700