Indignazione a Giaveno per le scritte nostalgiche di Gioventù nazionale - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

lunedì 27 gennaio 2020

Indignazione a Giaveno per le scritte nostalgiche di Gioventù nazionale

Scritte fasciste sono comparse alla vigilia del Giorno della Memoria a Giaveno, nel Torinese.
"Contro il sistema la gioventù si scaglia", "Boia chi molla", "Europa, Nazione, Rivoluzione" le frasi comparse sul muro del campo sportivo comunale, frasi che richiamano gli anni 70, e gli attivisti di Gioventù nazionale, organizzazione giovanile di Fratelli d'Italia erano ben lontani dall'essere nati.
"E' un gesto vile, che condanniamo profondamente - dice il sindaco di Giaveno, Carlo Giacone - Gli
autori hanno agito di notte, di nascosto. Atti come questo, ancor più se commessi alla vigilia del Giorno della Memoria, sono vergognosi. La nostra città era ed è antifascista".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700