Antisemitismo, c'è anche l'appoggio di Salvini e Meloni per la Segre - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

venerdì 8 novembre 2019

Antisemitismo, c'è anche l'appoggio di Salvini e Meloni per la Segre


I due leader sovranisti, Matteo Salvini e Giorgia Meloni, prendono nettamente posizione di sostegno a Liliana Segre, la senatrice a vita sopravvissuta ai lager nazisti e sottoposta alla misura della protezione per le ripetute minacce antisemite.
Per Matteo Salvini "essere antisemiti nel 2019 è da ricovero immediato, perché sono malati di mente. Non minimizzo niente. Ogni scorta è una sconfitta per lo Stato. Sono 300 sconfitte, ogni sistema di scorta è una sconfitta, perché la minaccia e l’odio non dovrebbero esistere". Il segretario della Lega, incontrando la stampa a Firenze in vista delle elezioni regionali 2020 in Toscana e rispondendo a una domanda sul caso di Liliana Segre. "Lavoreremo perché ci siano sempre meno odiatori", ha aggiunto il leader del Carroccio. A chi gli chiedeva se fosse stato opportuno paragonare le minacce di morte subite a quelle della senatrice, ha risposto che "è surreale che ci siano minacce di morte di serie A e di serie B. Farò avere comunque il mio appoggio alla senatrice Segre".
Secondo Giorgia Meloni, intervistata dalla Repubblica "se le autorità hanno ritenuto opportuno dare una scorta alla Segre significa che ce n’è bisogno. Ma mi permetto di far notare che sono molti i rappresentanti della comunità ebraica sotto scorta. Non è il primo caso né in Italia né in Europa. Questo, ovviamente, fa più rumore. C’è un problema oggettivo di sicurezza per gli ebrei che vivono nel nostro Paese. Il primo pericolo è il fondamentalismo islamico".
La leader di FdI non ha problemi a dire che “condanno l’antisemitismo. La 
principale ragione per cui non abbiamo votato la commissione Segre è che la mozione istitutiva è debole proprio su questo iano. In quel documento non si parla mai di Israele e non viene mai citato l’integralismo islamico, che è favorito dall’immigrazione irregolare", dichiara Meloni. In Aula "si stava applaudendo l’approvazione del provvedimento che istituiva la commissione. Noi ci eravamo astenuti e, come da prassi, non potevamo battere le mani". Però "nella prossima seduta il nostro capogruppo Luca Ciriani inviterà ad applaudire, esplicitamente,
alla Segre".

1 commento:

  1. 2 lacche' ,vergognosi non bastava Fini che si dichiarava pure lui ebreo nonna navarra ! Che culo ! Gratta gratta vuoi vedere che anche ste 2 nullita' lo sono ,meglio allora il Bomba Renzi almeno con lui c'e' da divertirsi Mr bean e' uno spasso ,salvini sembra quei politici da fiera Della porchetta che non la finiscono piu di dire scemenze mentre LA sora lella meloni sembra quelle donne che intente a fare le tagliatelle parlano Come Delle macchinette che non sanno nemmeno quel che dicono

    RispondiElimina

Banner pubblcitario 700