27 novembre, un giorno maledetto per Gilberto Cavallini - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

mercoledì 27 novembre 2019

27 novembre, un giorno maledetto per Gilberto Cavallini


Il 27 novembre è decisamente un giorno maledetto per Gilberto Cavallini. Oggi, infatti, il pm di Bologna (intanto già trasferito ad Alessandria per fare il procuratore capo ma rimasto sul processo) ha chiesto un ergastolo tanto scontato quanto debolmente motivato per la strage di Bologna.  
Quarant'anni fa, invece, giusto il 27 novembre 1979 la Corte d’Assise di Milano emette la sentenza per l’omicidio di Gaetano Amoroso, un militante marxista leninista ucciso a coltellate da una banda di neofascisti, alla vigilia della morte di Sergio Ramelli. La mattina dopo il ferimento, mentre la vittima si sta spegnendo in ospedale, un commando della rete militare dei Comitati comunisti uccide il consigliere provinciale del Msi Enrico Pedenovi. Ricostruiamo la condanna e la vicenda con gli articoli pubblicati da Lotta Continua il 29 e il 28 novembre 1979   LEGGI TUTTO

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700