Con Meloni e Salvini sovranisti uniti contro il nuovo Governo - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

lunedì 9 settembre 2019

Con Meloni e Salvini sovranisti uniti contro il nuovo Governo



"Elezioni subito!", "Bibbiano, noi non dimentichiamo!", "Voce al popolo sovrano, ridateci l'Italia!". E iniziata con un tifo da stadio in piazza a Montecitorio la manifestazione di protesta contro il governo organizzata da Fratelli d'Italia. Mentre la Camera si appresta a votare la fiducia al Conte Bis, in migliaia sono accorsi davanti al Parlamento per esprimere il proprio dissenso. Bandiere italiane in mano, cappellini tricolore, palloncini, cartelli che dicono 'No al governo della poltrona'.

Alle  ore 11:30 - Matteo Salvini è arrivato in piazza Montecitorio. Il leader della Lega è arrivato a piedi da via della Colonna Antonina come un manifestante qualsiasi, ed è stato letteralmente assalito dai manifestanti all'urlo di "Matteo! Matteo!". I manifestanti gli si sono stretti intorno abbracciandolo, mentre il leader della Lega ha cercato di guadagnare un posto sotto il palco.

"Sono inc... nera -dice una signora all'Adnkronos- questo inciucio è vergognoso, sono riusciti a riesumare Renzi, che era stato cacciato dal popolo italiano". Si avvicina un ragazzo. "Voglio dire che voglio un governo che faccia finalmente gli interessi degli italiani, e che non svenda il nostro paese -dice con la voce incrinata- sono preoccupato per il mio futuro!".

Tra la folla tanti tesserati del partito di Giorgia Meloni, ma anche molti appartenenti alla Lega. "Io sono della Lega -dice una ragazza- Salvini è stato ingenuo, non aveva ben capito che aveva a che fare con degli avvoltoi. Bisogna andare a elezioni subito!".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700