Il Brasile autorizza l'estradizione di Garcia Julia uno degli autori della strage di Atocha - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

mercoledì 14 agosto 2019

Il Brasile autorizza l'estradizione di Garcia Julia uno degli autori della strage di Atocha

 Il Supremo Tribunale Federale (Stf) brasiliano ha dato il via libera all’estradizione verso la Spagna di Carlos Garcia Julia , un militante di estrema destra condannato a 193 anni di carcere per l’uccisione di cinque avvocati di sinistra in un attentato perpetrato a Madrid nel 1977, che era latitante da 25 anni.
Garcia Julia  aveva 25 anni ed era militante del gruppo neofascista Fuerza Nueva quando partecipo' nel gennaio del 1977 alla cosiddetta ’strage di Atocha’, nella quale un gruppo di neofascisti irruppe in uno studio legale nella strada Atocha, nel centro di Madrid, e sparò contro un gruppo di avvocati e consiglieri del sindacato Comisiones Obreras e del Partito Comunista, allora illegale, uccidendo cinque di loro. Condannato a 193 anni di carcere nel 1980, il terrorista spagnolo fuggì  dalla Spagna nel 1991, dopo aver ottenuto la condizionale, e si rifugiò in una serie di paesi sudamericani -Bolivia, Cile, Argentina e Venezuela- prima di sbarcare in Brasile, dove è stato arrestato nel dicembre scorso a San Paolo, dove lavorava come autista di Uber.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700