Violano il Daspo: arrestati 5 ultras ragusani - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

giovedì 28 marzo 2019

Violano il Daspo: arrestati 5 ultras ragusani

Cinque ultras ragusani sono stati arrestati dalla polizia di Stato per violazione del daspo disposto dal questore di Ragusa. I fatti si riferiscono al dopo partita del 23 marzo: allo stadio "Aldo Campo" si era disputato l’incontro di calcio, valevole per il campionato Promozione - girone D, fra il Ragusa Calcio e il New Modica Calcio. La gara, che si è conclusa con la vittoria del Ragusa per 4 reti a 1, è stata caratterizzata da un tifo particolarmente animoso.
Terminata la gara, i sostenitori del Modica sono stati scortati dal personale di polizia, incolonnati a bordo delle proprie auto, fino all’imbocco della statale 115 per Modica. All’altezza dell’area di servizio di contrada Brusce’, tre persone - due uomini ed una donna, successivamente identificati per Corrado Baglieri, di 43 anni, Angelo Corallo, di 38, e Jessica Ayed, di 25 - ultras ragusani appartenenti al "Gruppo Manicomio" - al passaggio dei tifosi avversari (circa 120), hanno esibito una sciarpa con i colori della Società iblea, col chiaro intento di provocare i modicani in uscita da Ragusa. Così, da alcune vetture sono scesi tifosi che si sono fronteggiati con quelli ragusani. Il pronto intervento degli agenti ha interrotto i tafferugli. I tre ragusani sono stati arrestati in flagranza di reato dagli agenti della Polizia di Stato per la violazione del Daspo deciso il 19 febbraio, in occasione della partita svoltasi a Ragusa il 6 gennaio fra Ragusa Calcio 1949 ed il New Pozzallo. La successiva attività investigativa ha consentito di identificare ulteriori due ultras della squadra ragusana, Antonj Canzonieri, di 26 anni, e Danilo Schembri, di 31, i quali, all’inizio del secondo tempo della gara di domenica, da un terrazzo di un immobile ben visibile dallo stadio, hanno esposto uno striscione riportante la scritta "Diffidati" e acceso un fumogeno. Anche per questi ultimi è scattato l’arresto per violazione del daspo. Per tutti il pm di Ragusa ha disposto gli arresti domiciliari e la successiva messa in libertà in attesa dell’udienza. Sono in corso ulteriori approfondimenti per valutare il comportamento tenuto dai sostenitori del New Modica.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700