Mantova, assolti i 9 militanti dei Fasci Italiani del lavoro: il fatto non sussiste - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

venerdì 22 marzo 2019

Mantova, assolti i 9 militanti dei Fasci Italiani del lavoro: il fatto non sussiste

Fiamma Negrini, consigliere comunale eletta a Sermide e Fellonica con 343 voti, il 10,42%, il padre Claudio, ed altri 7 esponenti nazionali del Movimento Fasci Italiani, movimento della destra radicale radicato a Mantova ed in provincia, indagati per ricostituzione del partito nazionale fascista sono stati assolti perché il fatto non sussiste.
Ai 9 militanti dei Fasci Italiani del lavoro era stata contestazione la violazione della cosiddetta Legge Scelba, della XII disposizione finale della Costituzione Italiana che non consente la rinascita del disciolto partito mussoliniano anche sotto altre forme.
A comunicare per primo, l'assoluzione dei 9 militanti del raggruppamento politico guidato da Claudio Negrini è il napoletano Vincenzo Stravolo che dalla sua pagina Facebook dichiara: Giustizia è fatta! "ASSOLTO" perché il fatto non sussiste!





3 commenti:

  1. Si giustizia e fatta e quei 2"signori dei 5s si ricordino occhio per occhio DIP lo vuole ed anche la ex ministra Boldrino presto dovrà ritornare a fare il lavoro che più sa far bene. Notte nera.
    Dal lupo nero ignorante e Anticomunista. 🐺

    RispondiElimina
  2. Onore e Fedelta' unitamente al voto popolare liberamente espresso hanno avuto la meglio sulle false illazioni degli avversari politici. Giustizia e' fatta.

    RispondiElimina
  3. Hanno sbagliato sono stati dei fessi sti 9 mantovani , voler tirar fouri il fascismo che ha commesso l'errore fatale di essere magnanimous con gli ebrei ,ci vogliono I Nazisti loro si che sistemerebbero tutto in un Mese etto ? Negri ebrei musulmani massoni baciapile televisivi lecchini di tutte le risme caricati e stipati su navi destinations Madagascar !

    RispondiElimina

Banner pubblcitario 700