Ferrara scende in piazza contro la mafia nigeriana. Oggi il comizio in piazza di Roberto Fiore - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

sabato 2 marzo 2019

Ferrara scende in piazza contro la mafia nigeriana. Oggi il comizio in piazza di Roberto Fiore


Dopo la notte di sabato 16 febbraio di disordine a Ferrara che ha visto protagonista un gruppo di immigrati, per lo più di nazionalità nigeriana, che ha rovesciato cassonetti, creato disordini, accerchiato i carabinieri, in viale Costituzione in zona Gad, un'area della città vicina alla stazione, al centro di episodi di degrado, violenza e spaccio, Forza Nuova torna a far sentire la propria voce con una passeggiata per la sicurezza con comizio finale di Roberto Fiore.
Il senso di questa passeggiata per la sicurezza a Ferrara, ci viene chiarito, con maggiori dettagli, da una nota, diffusa alla stampa, che riportiamo volentieri.
Forza Nuova dopo il presidio al Gad di sabato 9 febbraio, torna a fare sentire la propria voce sabato 2 marzo, con la presenza del segretario nazionale Roberto Fiore, per ri-lanciare la sfida agli spacciatori, ai buonisti a nulla, ai centri (dei disagi) sociali, ai predicatori d'accatto e soprattutto alla cittadinanza, affinchè decida una volta per tutte di scegliere la piazza a fianco dei militanti forzanovisti.
Una scelta drastica contro la demagogia e la tolleranza episcopale che ha trovato proprio s6l GAD la sua massima espressione con il "nebo", la casa pensata per l'integrazione tra i popoli... ricavata ironia della sorte, nei locali di un ex presidio psichiatrico della citta' estense.


























Forza Nuova dopo il presidio al Gad di sabato 9 febbraio, tornera' a fare sentire la propria voce sabato 2 marzo, con la presenza del segretario nazionale Roberto Fiore, per ri-lanciare la sfida agli spacciatori, ai buonisti a nulla, ai centri (dei disagi) sociali, ai predicatori d'accatto e soprattutto alla cittadinanza, affinche' decida una volta per tutte di scegliere la piazza a fianco dei militanti forzanovisti.

Una scelta drastica contro la demagogia e la tolleranza episcopale che ha trovato proprio s6l GAD la sua massima espressione con il "nebo", la casa pensata per l'integrazione tra i popoli... ricavata ironia della sorte, nei locali di un ex presidio psichiatrico della citta' estense.











1 commento:

  1. I'll disordine potrebbe essere stato non casuale ,a Ferrara ci sta LA fortezza ebraica I'll museo dell'olocausto un vero centro di potere neanche tanto occulto ,I ferraresi dovrebbero prima sistemare con l"obice quel museo dell'olotruffa bubbone pestilenziale ,Immanuel Kant lo diceva " gli ebrei soon la nostra disgrazia " ci sono sempre Loro dietro a tutte le sciagure difatti cossiga per pararsi I'll culo in casa teneva LA bandiera israeliana come feticcio

    RispondiElimina

Banner pubblcitario 700