Meloni difende Di Battista: Viltà? E' l'accusa meno grave per Napolitano - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

domenica 10 febbraio 2019

Meloni difende Di Battista: Viltà? E' l'accusa meno grave per Napolitano

Foibe, Mattarella chiama Napolitano: Gli italiani le sono grati

"Suggerisco alla sinistra di non alzare polveroni sulle parole di Di Battista che dice che Napolitano si è piegato in modo vile alle pressioni della Francia per la guerra in Libia del 2011. Questa sarebbe l’ipotesi meno grave per Napolitano, visto che le alternative sono quella di aver sostenuto la guerra in Libia per totale incompetenza o perché tramava insieme alla Francia contro i nostri interessi nazionali e contro il Governo italiano che si opponeva all’intervento. Vile, incompetente o traditore, in ogni caso c’è ben poco da difendere".
Il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha così replicato al capogruppo dei senatori Pd Andrea Marcucci che aveva dichiarato: "Un piccolo esponente del M5S si permette di apostrofare un gigante come Giorgio Napolitano: E' la sintesi perfetta della stagione politica che l’Italia sta vivendo. Vile è Di Battista che in Rai senza contradditorio straparla di cose che non conosce". 

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700