Foibe, per il corteo di CasaPound a Roma Questura rinvia evento degli esuli - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

sabato 9 febbraio 2019

Foibe, per il corteo di CasaPound a Roma Questura rinvia evento degli esuli

C’è il corteo di CasaPound per ricordare i martiri delle foibe e la Questura fa rinviare la deposizione di una corona da parte dell’Associazione degli esuli. A denunciarlo è Donatella Schürzel, vicepresidente dell’Anvgd e presidente dell’associazione di Roma nel corso del convegno promosso dall’And e dal Comitato 10 febbraio, in collaborazione con l’Adnkronos, dal titolo ’Giorno del ricordo: le conquiste, i negazionismi, che è in corso al palazzo dell’Informazione. 
"Alle 16.30 - spiega Schürzel - dovevo presenziare alle deposizioni che si dovevano tenere nel quartiere Giuliano Dalmata di Roma, a  Laurentina, dove c’è il monumento ai martiri delle Foibe, con Regione Lazio, Campidoglio, Città Metropolitana e Municipio. Alle 14.40 sono stata chiamata dal gabinetto del sindaco che era stato a sua volta avvisato dalla questura: chiedevano di annullare per oggi le nostre deposizioni, perché alle 17 era stato autorizzato un corteo di CasaPound, che doveva partire dallo stesso Piazzale. Che una questura dica gentilmente rinviate voi è vergognoso’. 
"Per un’incomprensibile incapacità di gestione chiedono a noi di annullare l’evento programmato da giorni e regolarmente comunicato per evitare problemi - ha aggiunto - Noi non abbiamo bisogno di adesioni politiche estreme né da una parte né dall’altra ma CasaPound, che peraltro da diversi anni propone cortei anche silenziosi nel giorno del Ricordo, era lì per rendere omaggio ai martiri, non voleva fare una manifestazione contro di noi. Credo che la questura abbia le idee poco chiare. Siamo indignatissimi: io non dovevo essere presente al convegno ma sono venuta per dirlo a tutti. Le deposizioni sono rinviate e comunque verranno effettuate nei prossimi giorni".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700