7 gennaio Avanguardia ricorda al Verano tutti i camerati caduti sulla via dell'onore - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

martedì 1 gennaio 2019

7 gennaio Avanguardia ricorda al Verano tutti i camerati caduti sulla via dell'onore


(G.p) Le celebrazioni del 7 Gennaio, giorni in cui ricade il quarantunesimo anniversario della strage di Acca Larentia (pluriomicidio a sfondo politico avvenuto a Roma il 7 gennaio 1978, in cui furono uccisi due giovani attivisti del Fronte della Gioventù Franco Bigonzetti e Francesco Ciavatta, che caddero assassinati in un agguato davanti alla sede del Movimento Sociale Italiano di via Acca Larentia, mentre il terzo caduto Stefano Recchioni, venne ucciso qualche ora dopo da un capitano dei carabinieri durante gli scontri scoppiati con le forze dell'ordine a seguito di una manifesta di protesta organizzata davanti alla sede dai giovani missini) si apriranno con l'appuntamento indetto dalla comunità politica di Avanguardia, che in alternativa alla celebrazione rituale di  di Acca Larenzia che si è tramutata nel tempo in fonte di contrasto e rivalità, per il quarto anno consecutivo deporrà alle ore 14,30 una corona di fiori in ricordo di tutti i camerati caduti sulla via dell'onore presso la cappella dei martiri fascisti al Verano di Roma.
Il senso di questa iniziativa della comunità di Avanguardia, giunta al sesto anno di vita, ci viene chiarita da una breve dichiarazione di Vincenzo Nardulli, braccio destro di Stefano Delle Chiaie che dichiara:  anche quest'anno onoreremo i nostri caduti al Cimitero del Verano alla Cappella dei Martiri della Rivoluzione Fascista.
Lo dico senza polemica, precisa Nardulli, non faremo nessuna fila per sapere a che ora si può fare il presente ad Acca, abbiamo scelto, ormai da anni, la cappella del Verano come simbolo di tutti i camerati morti sulla via dell'onore e molti camerati hanno compreso la nostra scelta e nei prossimi giorni ne daremo evidenza.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700