Nocera non si Lega, la contestazione degli antifascisti all'apertura di una sede del Carroccio - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

lunedì 17 dicembre 2018

Nocera non si Lega, la contestazione degli antifascisti all'apertura di una sede del Carroccio

Alcuni militanti della sinistra antagonista di Nocera Inferiore, comune di oltre 45 mila abitanti della provincia di Salerno hanno affisso alcuni striscioni contro la Lega tra cui il classico Odio la Lega nelle vicinanze della sede del movimento politico guidato da Matteo Salvini, alcune ore prima dell'inaugurazione.
Un messaggio forte e chiaro, sostengono i militanti di "Antifascisti Agro nocerino sarnese" di sdegno verso la presenza della Lega nel comprensorio.
L'inaugurazione della sede della Lega a Nocera Inferiore, segue quella di Pagani, avvenuta poche settimane fa, a dimostrazione di quanto sia forte il radicamento del Carroccio in queste zone.
Un consenso che è destinato, giorno dopo giorno, a crescere, grazie soprattutto all'approdo in Lega di tanti dirigenti e militanti di Forza Italia, oltre che di orfani della destra che fu del Movimento Sociale Italiano e della destra di governo incarnata da Gianfranco Fini.
I giovani della sinistra antagonista, con questa contestazione alla Lega,  hanno inoltre sottolineato la propria disapprovazione nei confronti del governo giallo verde e in particolare del vice premier Matteo Salvini. 
"Ricordiamo che con il nuovo "decreto sicurezza" di Salvini si sono andate a limitare le libertà di movimento con pesanti ripercussioni legali per chi prova a manifestare, oltretutto criminalizzando la povertà, perchè oggi essere poveri in Italia è reato. Nocera non si Lega!"

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700