domenica 2 settembre 2018

Mantova, Progetto Nazionale difende il preside sotto accusa


Risultati immagini per Progetto Nazionale "Terre dei Gonzaga"
Riceviamo e pubblichiamo:

Progetto Nazionale "Terre dei Gonzaga" manifesta completa solidarietà all'ormai ex preside Archi infangato da pretestuose accuse e assurde condanne comminate senza alcuna sorta di processo, sanzionato dal sedicente e variopinto mondo antifascista mantovano, anche extrascolastico. 
Quale sarebbe la colpa del preside uscente dell'Istituto Comprensivo Mantova 1? Aver fatto partecipare alcuni studenti della sua ormai ex scuola, ad un concorso di scrittura? La promozione di una iniziativa culturale molto stimolante... ciò che normalmente deve fare un Preside! Forse aver chiesto ad alcuni insegnanti di sottoporre ai propri alunni un tema sul concetto di "Amor Patrio"? La scuola deve rappresentare un luogo dove le nozioni non vengono solo trasmesse, come se gli studenti fossero scatole da riempire, ma dove il Sapere possa essere elaborato, assimilato ed interiorizzato. E non c'è nulla di male se queste riflessioni vengono messe anche per iscritto.

 Ancora una volta le varie anime della sinistra mantovana si adoperano istericamente per far partire un'ondata di indignazione contro il Fascismo. Questa volta con ancor meno senso del solito, visto che il concorso incriminato non fa alcun riferimento al Fascismo, ma esclusivamente ad un generico Amor Patrio (quello che i loro sodali progressisti posti ai vertici delle istituzioni hanno ormai abbandonato da tempo contribuendo alla distruzione della Nazione), che le stesse Indicazioni Nazionali per il Curricolo indicano come Educazione civica o Educazione alla cittadinanza. Il concorso non fa riferimento ad alcun periodo storico ma, al contrario, chiede di parlare (sempre su scelta dei partecipanti) del passato, ben sapendo e ricordando che l'Italia è nata prima del Fascismo, del presente e/o del futuro. Speriamo che, chi continua a accostare l'Amor Patrio unicamente al Fascismo faccia una seria e approfondita riflessione sul proprio territorio di appartenenza e sul proprio impegno civico e sociale. Chi odia l'Italia solo perchè amarla è da Fascisti è meglio che smetta di amministrare o cercare di rappresentare gli Italiani stessi.

0 commenti:

Posta un commento