Lo striscione di Forza Nuova: “Don Biancalani: tanto fumo, poco incenso" - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

sabato 29 settembre 2018

Lo striscione di Forza Nuova: “Don Biancalani: tanto fumo, poco incenso"

Don Biancalani: tanto fumo, poco incenso". Recita così lo striscione comparso nella notte a Montecalvoli, frazione di Santa Maria a Monte (Pisa), firmato da Forza Nuova e rivolto a don Massimo Biancalani, il parroco della chiesa di Vicofaro, a Pistoia, impegnato nella strenua difesa dei migranti e della loro accoglienza.

Il senso di questa iniziativa ci viene chiarito, con maggiori dettagli, da una nota, diffusa alla stampa, a firma di Augusto Gozzoli, segretario provinciale di Forza Nuova che riportiamo fedelmente.

Questa notte i nostri militanti hanno affisso a Montecalvoli uno striscione dal testo ironico ("Don Biancalani: tanto fumo, poco incenso") - dichiara Augusto Gozzoli, segretario provinciale di Forza Nuova - per ridicolizzare la presenza di Don Biancalani alla festa di LeU.
Un personaggio che viene presentato come un guru dell'accoglienza e dell'integrazione - prosegue Gozzoli - ma che in realtà ospita immigrati più volte arrestati per spaccio di hashish e marijuana in strutture che non sono a norma di legge e celebra ridicole messe con balli e tamburi intorno all'altare.
Il nostro messaggio goliardico vuole mettere alla berlina il fallimentare progetto di integrazione portato avanti da Biancalani nella sua parrocchia - conclude Gozzoli - e invitarlo a dedicarsi maggiormente all'attività pastorale e alla cura spirituale dei fedeli. 
Uno striscione che non poteva non scatenare polemiche politiche sostenute, con vigore, da Nicola Fratoianni, leader di Liberi e Uguali che parla di un vero proprio atto intimidatorio.
"I nipotini degli squadristi del Ventennio ci riprovano e non c'è niente di goliardico nel tentare di intimidire don Biancalani e pure nell'affrontare il dramma delle migrazioni - spiega - Siamo certi che le forze dell'ordine individueranno i responsabili della schifezza di questa notte". Il leader di Leu aggiunge: "Non siamo più disposti a tollerare che gruppuscoli neofascisti si rendano protagonisti di azioni di questo genere. Ci auguriamo davvero che prefetto e questore di Pisa garantiscano serenità e tranquillità per la nostra festa, impedendo ogni gazzarra fascista durante il suo svolgimento".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700