venerdì 21 settembre 2018

Il rabbino capo di Trieste contro il raduno di CasaPound a novembre


Purtroppo ci sono dei nostalgici, ma non si può essere nostalgico del fascismo, del nazismo e coloro che si dicono così sono persone che sono pericolose, perché non hanno capito niente". Lo ha detto a Trieste, per l’80mo della promulgazione della legge razziali, il rabbino capo della comunità ebraica di Trieste Alexander Meloni. "Purtroppo - ha aggiunto - la democrazia, bella ma imperfetta, ci obbligherà ad accogliere un raduno a Trieste di persone che sono portatori di idee che sono in totale contrasto con quello che noi speriamo e vogliamo per Trieste. La legge - ha aggiunto - deve essere rispettata in modo assoluto, la democrazia anche. Ma noi, autorità religiose in modo particolare, abbiamo un obbligo morale di rimanere contrari, e per questo manderò un invito a tutte le autorità religiose di questa città senza eccezione, perché ci potessimo incontrare e discutere e mandare un messaggio chiaro e deciso da parte nostra dalla città di Trieste, nel quale - ha precisato - noi diremo che possiamo accogliere delle persone che pensano in modo sbagliato umanamente, ma che noi non approviamo e non condividiamo niente di loro e neanche la città di Trieste". 

1 commenti:

Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento