lunedì 16 luglio 2018

Varese, busta con proiettili e minacce davanti alla sede della Lega

Una busta, contenente due proiettili e minacce nei confronti della Lega, è stata trovata nel pomeriggio di ieri all'ingresso della sede del partito di piazza del Podestà, a Varese. 
Lo ha comunicato il commissario della sezione, Andrea Gambini, che in una breve nota, diffusa alla stampa, ha dichiarato: " Noi non intendiamo assolutamente farci intimidire da quest'ennesimo atto di intimidazione che riceviamo.Un atto intimidatorio che vuole colpire la Lega e il nostro leader Matteo Salvini, ministro dell'Interno, che sta dimostrando giorno dopo giorno di avere a cuore l'interesse dei cittadini italiani.
 Se sono ridotti a questi meschini atti intimidatori conclude Gambini, è un segnale in più che siamo sulla strada giusta.
E di "ennesimo atto intimidatorio" parla anche Paolo Grimoldi, segretario della Lega Lombarda e deputato della Lega il quale ricorda che "un episodio analogo, nella stessa sede, era accaduto anche un anno fa" e aggiunge che "da tempo denunciamo il clima di pesante intimidazione intorno al nostro movimento in Lombardia: nell'ultimo biennio sono state aggredite e danneggiate numerose nostre sezioni in tutto il territorio lombardo, il tutto nel più totale silenzio del Pd e dalla sinistra". 
Grimoldi infine, lancia un appello a tutte le forze politiche affinché stigmatizzano questi continui episodi di violenza di cui la Lega è vittima: perché il silenzio rimbomba ed è complice di chi alla democrazia preferisce la violenza, di chi vuol fermare la battaglia per il cambiamento di un movimento democratico e pacifico come la Lega.

1 commenti:

Posta un commento