Il consigliere Marco Giorgi: non sono fascista ma sto convintamente con CasaPound - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

lunedì 11 giugno 2018

Il consigliere Marco Giorgi: non sono fascista ma sto convintamente con CasaPound

Manifesti-CasaPound-Cagliari
Riceviamo e pubblichiamo le precisazioni del consigliere comunale Marco Giorgi in merito all'articolo pubblicato qualche giorno fa dal giornale web "youtg.net" e ripreso da Fascinazione

“Volevo spendere due parole, innanzitutto per porre le mie scuse a tutte le persone che seguono e simpatizzano per CasaPound Italia che si sono sentite offese a seguito della mia presa di posizione relativa all'ideologia fascista alla quale il movimento si ispira da sempre e dalla quale ho preso le distanze.
Ho recentemente deciso di aderire a CasaPound da quando ha intrapreso un percorso di parlamentarizzazione partecipando alle elezioni in maniera democratica perché ne condivido gli ideali, le tematiche e le proposte politiche. Non sono fascista non sono antifascista e lascio il giudizio critico agli storici.
Non posso e non voglio assolutamente qualificarmi in un modo o nell'altro, allo stesso tempo, risulta chiaro, che se fossi stato antifascista mi sarei schierato con altri movimenti.
Sono un consigliere comunale e devo rapportarmi con le problematiche dell'oggi e del mio territorio senza il "torcicollo" della storia. Non voglio etichette perché ritengo che si debba superare una dicotomia che ha visto la nostra Nazione divisa e lacerata per 70 anni.
Io mi riconosco, pur non essendo un nostalgico, in quei valori di Nazione e Patria che in un determinato periodo storico sono stati le fondamenta per tutto il Popolo italiano e che ritengo oggi dovrebbero essere valorizzati da tutti, indipendentemente dalla propria ideologia, così come fece il Fascismo, come periodo storico, per oltre un ventennio.
Sostengo convintamente le posizioni di CasaPound e ritengo che queste debbano, per ragioni ovvie, attualizzarsi al contesto storico odierno, esattamente come sta accadendo. Se si vuole emergere bisogna raccogliere i consensi tra le persone estendendo gli argomenti trattati, coinvolgendo nei temi attualmente affrontati da Casapound le persone in strada, nelle piazze, nel web. Il riscontro sarà sempre maggiore e non porterebbe che crescere l'adesione con conseguente superamento dello spauracchio causato dall'attivismo politico del movimento, che si basa, ci tengo a precisarlo, sul principio democratico”.
Marco Giorgi

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700