sabato 12 maggio 2018

Laboccetta: basta chiacchiere qualcuno si dimetta per far posto a Silvio

Immagine correlata
A tre anni dall'espiazione della pena per frode fiscale, scontata in affidamento ai servizi sociali, Silvio Berlusconi, leader indiscusso di Forza Italia ha ottenuto la riabilitazione dal tribunale di sorveglianza di Milano. 

L'ex premier, che resta imputato nel terzo filone del caso Ruby, è di conseguenza nuovamente candidabile. La decisione è appellabile in Cassazione da parte della Procura generale di Milano, ma è immediatamente esecutiva.

Con la riabilitazione vengono meno gli effetti della legge Severino che imponeva l'incandidabilità del cavaliere di Arcore per 6 mesi in seguito alla condanna definitiva a 4 anni nel processo sui diritti tv Mediaset arrivata nell'agosto del 2013. Ora Berlusconi potrebbe presentarsi di nuovo alle elezioni politiche, correndo in un qualsiasi collegio uninominale di Camera e Senato della Repubblica, basterebbero le dimissioni di un qualsiasi parlamentare di Forza Italia eletto in un collegio uninominale ma chissà se arriveranno, come si domanda, in un comunicato, diffuso alla stampa, che riportiamo per intero, Amedeo Laboccetta, storico esponente della destra partenopea, nel Movimento Sociale Italiano prima, in Alleanza Nazionale, deputato di Forza Italia, grande amico di Gianfranco Fini prima della traumatica rottura, poi accusatore, ora leader del movimento di opinione Polo Sud.

"Leggiamo una valanga di commenti di autorevoli parlamentari di FI che giustamente salutano con soddisfazione la decisione assunta dalla magistratura che ha riabilitato il Presidente Berlusconi accogliendo la richiesta dell'ottimo avvocato Coppi. L'ex Cavaliere puo' rientrare in Parlamento quasi ad horas. Non c'e' bisogno di attendere le prossime politiche. Basterebbero le dimissioni di un suo parlamentare eletto il 4 marzo in un collegio uninominale. O alla Camera o al Senato. In tal caso si dovrebbe procedere nell'immediatezza ad elezioni suppletive nel collegio del parlamentare dimissionario". Lo dichiara Amedeo Laboccetta di Fi. "Insieme ai tanti attestati di solidarieta' rivolti all'ex premier non ci sembra d'aver letto qualche bel gesto, spontaneo, da parte dei tanti gratificati da Berlusconi. Siamo fiduciosi che a breve, in maniera totalmente disinteressata, vedremo una lunga fila di presunti volontari dimissionari davanti ai cancelli di Arcore", conclude il presidente del Movimento di opinione Polo Sud.

0 commenti:

Posta un commento