Raid di Macerata 17/ La solidarietà di Italia agli Italiani ai fermati - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

venerdì 9 febbraio 2018

Raid di Macerata 17/ La solidarietà di Italia agli Italiani ai fermati


Nonostante il divieto totale di manifestare imposto dal Questore, giovedì sera una cinquantina di militanti di Forza Nuova hanno cercato di entrare in Piazza della Libertà, nel centro storico di Macerata, per una manifestazione intitolata Di Immigrazione si muore, che era stata annunciata sui social network.
Una cinquantina di attivisti guidati dal segretario nazionale leader Roberto Fiore, sono stati respinti con forza dalla polizia. Nei tafferugli tra manifestanti e le forze dell'ordine si sono registrati sei contusi e alcuni dei partecipanti sono stati condotti in questura per essere identificati, per Mirko Ottaviani, segretario romagnolo di Forza Nuova è stato disposta la misura degli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima.
Sulla manifestazione di Macerata, sugli scontri con le forze dell'ordine, sull'arresto del dirigente nazionale Mirko Ottaviani il coordinamento romano di Italia agli Italiani ha diffuso una nota, che pubblichiamo per intero.


Ancora una volta i manganelli democratici e la repressione antifascista si è scagliata contro di noi. Nuovamente il volto ringhioso del sistema ha attaccato i liberi patrioti. Ancora una volta la mano del regime ha tentato di stringere la gola di chi non si piega.Ieri sera a Macerata, nonostante il tentativo dei servi del potere, antifascisti e polizia, un'altra piazza è stata conquistata.
Senza chiedere scusa a nessuno, senza firmare protoccolli o giuramenti a valori antifascisti, senza piegarci a divieti e prescrizioni.
In gioco c'è molto di più di qualche percentuale elettorale.
C'è una Patria da salvare e un popolo da riscattare.
Ormai è palese, a noi i giornalisti non ci coccolano, gli sbirri ci caricano, il potere ci odia. Le toghe militanti ci arrestano!
Tutto questo ci spinge ad andare avanti, perché significa che abbiamo ragione. Perché oggi gli unici che hanno capito che resistenza nazionale e diritti sociali sono il campo di battaglia dove si sta giocando uno scontro epocale.
Oggi siamo l'unica forza popolare e nazionale autenticamente anti-sistema, pronta a tutto per difendere gli italiani dall'immigrazione e dalla cancellazione dello Stato sociale.
La cosa preoccupante è che i membri delle altre organizzazioni che si autoproclamano "patrioti" o "sovranisti" non si vedano mai quando bisogna difendere in strada i diritti degli italiani e non nei salotti buoni del sistema.
Ama la trincea, odia il salotto borghese, questo è lo spirito che da sempre anima i patrioti autentici.
Italia agli taliani, onore ai "leoni di Macerata".
Libertà per Mirko Ottaviani, anche lui da oggi agli arresti domiciliari in attesa della direttissima.
Giuliano e Consuelo liberi.

4 commenti:

  1. Sono troppo pochi ,DEVONO essere in di piu ', il popolo italiano deve aiutarli altrimenti l'Italia diventera' Africa ,il DIRITTO STA NELLA Forza,e poi non si sente mai PARLARE degli Ebrei quella Genia di Usurai cavasangue che con le loro Banche rovina I popoli

    RispondiElimina
  2. i "leoni di macerata" ottima questa! davvero esilarante! 4 coglioni protetti dagli sbirri!

    RispondiElimina
  3. Ridicolizzare ! L'arma preferita dagli ebrei e le offense volgari inerenti alla coprofagia ,alpha male non si fa mancare niente ,ti aumenteranno il salary

    RispondiElimina
  4. ...pare che il giudeo-simonazzi questa volta abbia esagerato con l'alcool!

    RispondiElimina

Banner 700