Partigiani sanniti in allarme per il comizio di Forza Nuova - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

venerdì 23 febbraio 2018

Partigiani sanniti in allarme per il comizio di Forza Nuova


Risultati immagini per comizio roberto fiore
Domenica 25 febbraio, dopo gli appuntamenti elettorali di Casaluce, Giugliano in Campania e Napoli, Roberto Fiore candidato premier per il cartello elettorale Italia agli Italiani composto da Fiamma Tricolore, Forza Nuova ed un discreto numero di associazioni e movimenti territoriali riconducibili alla galassia della destra nazional popolare, sarà a Benevento per un comizio in piazza Risorgimento.
Un comizio regolarmente autorizzato dalla Prefettura di Benevento che ha stabilito le misure più opportune al fine di garantire il pieno esercizio delle libertà costituzionali e l'ordinato svolgimento della manifestazione di propaganda elettorale nelle migliori condizioni di tutela dell'ordine pubblico e di sicurezza di partecipanti.
Una manifestazione elettorale, quella di Forza Nuova, che non piace per nulla alla locale sezione dell'associazione nazionale partigiani d'Italia che in una nota, diffusa alla stampa, che pubblichiamo per intero, esprime il proprio disappunto.




Il 25 gennaio è stato preannunciato a Benevento in piazza Risorgimento un comizio di Forza Nuova, autorizzato dalla Prefettura. L'ANPI Provinciale di Benevento esprime preoccupazione per i rigurgiti fascisti e razzisti che stanno emergendo e che trovano espressione in movimenti di estrema destra presenti nelle competizioni elettorali del prossimo 4 marzo. Come già chiesto nell’appello “Mai più fascismi”, nel richiamare alle proprie responsabilità tutti i livelli delle Istituzioni affinché si attui pienamente la XII Disposizione della Costituzione (“E` vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista”) e si applichino integralmente le leggi Scelba e Mancino, ribadisce l’invito alle autorità competenti a sciogliere le organizzazioni neofasciste o neonaziste che mettono a rischio la tenuta democratica dello stato.
L’ANPI provinciale è, comunque, fiduciosa che la società civile beneventana saprà rispondere con senso di responsabilità e fedeltà ai valori antifascisti, prendendo le distanze da tutte quelle formazioni che si pongono in aperto contrasto con i principi sanciti dalla Costituzione repubblicana, nata dalla Resistenza.
"Nel nostro Paese, già in passato, la debolezza dello Stato rese possibile un'avventura che portò autoritarismo, guerra e distruzioni con l’ignominia, mai cancellata, delle leggi razziali, di cui quest’anno cade l’ottantesimo anniversario. Benevento reagisca pacificamente, con civiltà ma fermezza e convinzione antifascista alla presenza di forze chiaramente negatrici dei valori di solidarietà, di libertà e di democrazia e si unisca idealmente nella comune difesa dei principi costituzionali e nella custodia dei diritti fondamentali dell’essere umano e del cittadino

1 commento:

Banner 700