mercoledì 20 dicembre 2017

Roberto Fiore: abbiamo 11 sentenze a favore. Maxiquerela contro il gruppo l'Espresso

Continua lo scontro frontale tra il gruppo L'Espresso e Forza Nuova, proprio mentre il ministro degli Interni, Marco Minniti, annuncia l'intenzione di avviare la procedura per la messa al bando del movimento nazionalrivoluzionario. Dopo l'ennesimo reportage del settimanale progressista, carico di notizie non sempre esatte sulle storie dell'organizzazione guidata da Roberto Fiore, l'ex europarlamentare ha annunciato una maxiquerela contro il gruppo. Questo il comunicato diramato dall'ufficio stampa dell'organizzazione:

L'incredibile campagna stampa de la Repubblica e de L'Espresso nei confronti di Forza Nuova e di Roberto Fiore ha raggiunto in queste ultime settimane livelli mai conosciuti prima. Centinaia di pagine hanno, infatti, infangato Forza Nuova, tanto da definirla "la prima fucina della delinquenza politica in Italia". Esaminati gli articoli e gli atti processuali in nostro possesso, il Segretario nazionale di Forza Nuova ha deciso di procedere nei confronti di Repubblica e del settimanale L'Espresso per aver diffamato Forza Nuova e Roberto Fiore su fatti e questioni che avevano già visto pronunciarsi, con ben 11 sentenze, Tribunali, Corti d' Appello e perfino la Corte di Cassazione.
Colpisce, infatti, come la serie interminabile di calunnie in gran parte non siano altro che la ripetizione di accuse già lanciate a vuoto negli ultimi 15 anni, smentite da testimoni e documenti, la cui falsità era stata consacrata da numerose condanne che hanno visto il gruppo Espresso soccombere e pagare importanti risarcimenti in denaro.
Il gruppo Espresso sarà nuovamente chiamato a rispondere in sede penale e citato da Forza Nuova e Roberto Fiore per i gravissimi danni che i suoi articoli, recanti molte pseudo notizie già accertate come false, hanno provocato. È anche evidente la pericolosità di questo fomentare odio, se si pensa ai recenti episodi di Milano, Forlì e Modena che hanno visto estrema sinistra ed anarchici attivi nella commissione di violenze nei nostri confronti.
Nei prossimi giorni pubblicheremo le prove acquisite in giudizio della falsità di tutte le affermazioni e fake news pubblicate dagli organi di stampa facenti capo al Gruppo Editoriale L'Espresso, affinché sia chiaro all'opinione pubblica qual è la verità dei fatti.

1 commenti:

Sull'ultimo numero dell'Espresso, ho letto l'articolo di Biondani e non ci ho trovato nulla di scandaloso. Certo, anche tra i magistrati la presenza dei fascisti non è trascurabile...

Posta un commento