Hamsik il rossobruno - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

sabato 30 dicembre 2017

Hamsik il rossobruno

Farà sicuramente discutere questo nuovo saluto, esibito ieri da Marek Hamsik per festeggiare il gol che si è poi rivelato decisivo nella trasferta del Napoli a Crotone. 
Il capitano azzurro mette insieme, infatti, il saluto del legionario, tipico della fascisteria, e il pugno sinistro alzato, simbolo della compagneria. 
Del saluto del legionario, pugno destro sul cuore, adottato dagli avanguardisti, ci siamo occupati in occasione del processo a Breivik, il lupo solitario norvegese. L'autore della più grave strage individuale in Europa, si esibì in uno strano intreccio di saluti. Aveva infatti spinto in avanti il braccio destro, a mo' di saluto romano, ma tenendo la mano chiusa a pugno, per poi portarsela sul cuore. In questo caso, invece, il campione slovacco mette insieme due gesti nettissimi, ma che è difficile tenere insieme se non accettando l'idea che nel frullatore della società dello spettacolo certi segni hanno perso i significati originali e si ridefiniscono soltanto come espressioni generiche e semplificate: in questo caso il gladiatore nell'arena, il combattente...


Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700