venerdì 29 dicembre 2017

Cusano, via libera al banchetto di Casa Pound ed al presidio antifascista

Prima l'Italia, casa, lavoro stato sociale. Prima gli italiani. Questo è il titolo del banchetto politico promosso da Casa Pound Italia a Cusano Milanino, comune di quasi 20 mila abitanti della città metropolitana di Milano per la raccolta delle firme per la presentazione della lista alle prossime elezioni politiche previste per domenica 4 marzo.
Un semplice banchetto politico, autorizzato dalle autorità competenti, rischia di trasformarsi in una arena scontro tra antagonisti e militanti della tartaruga frecciata.
La raccolta firme ed il banchetto previsto per sabato mattina a Piazza Allende rischia di trasformarsi in uno scontro, con i partiti della sinistra e le associazione dell'area antagonista dei centri sociali che si stanno organizzando per il solito presidio antifascista.
Un presidio organizzato dall'associazione nazionale partigiani d'Italia che si sarebbe dovuto tenere nella stessa piazza dove è prevista la presenza dei militanti di Casa Pound ma che è stato spostato in una piazza li vicino, a neanche 100 metri di distanza.
Se è chiaro che il banchetto della destra è stato autorizzato dal Comune, che ha scelto di garantire l’agibilità politica al partito, non è invece ancora chiaro se il presidio antifascista sia già stato autorizzato.

0 commenti:

Posta un commento