venerdì 10 novembre 2017

Fuori dai nostri quartieri: il blitz di Forza Nuova in un campo nomadi a Roma

(G.p)A pochi giorni dall’arresto dei due nomadi accusati di aver abusato di due ragazzine romane, anche gli attivisti del movimento guidato da Roberto Fiore si sono presentati fuori da un campo rom. Quello di via Salviati che, assieme a quello di via di Salone, è il più grande di Roma. E il più problematico.
Proprio a pochi passi da quell’enorme assembramento di baracche è stato arrestato Maikon Halilovic, il complice di “Alessio il Sinto”. Colui che è restato a guardare mentre il suo amico, dopo averle legate ad una grata, violentava le due adolescenti.

Il senso di questa manifestazione davanti al campo rom ci viene spiegata da una breve nota, diffusa alla stampa, che pubblichiamo per intero.
Questa sera Forza Nuova ha manifestato davanti al Campo Rom di via Collatina, il campo diventato drammaticamente noto perché lì abitavano i rom stupratori della quattordicenne romana.
Forza Nuova dichiara guerra al potere mala-politico che vede il sindaco Raggi a braccetto con cooperative rosse e rom, che sta riempiendo i nostri quartieri di clandestini e nomadi.
Una guerra politica e militante che ci mette in prima linea nella lotta di popolo e nella resistenza nazionale.
Il campo sotto accusa doveva essere chiuso da anni, eppure le Istituzioni e le forze di polizia - solerti nello sfrattare i romani, manganellare gli italiani e arrestare i patrioti - nulla hanno fatto e nulla stanno facendo.
Stupri, malavita e roghi tossici minacciano ogni giorno il popolo romano, ma anche oggi quel popolo ha deciso di gridare "basta!".
Corpo a corpo fino all'ultimo corpo a difesa di Roma e degli italiani. Saremo in ogni quartiere, contro ogni sfratto, fuori ogni centro di accoglienza, davanti ogni insediamento rom.
Giuliano, Consuelo e Simone liberi!

2 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'opinione pubblica a mio avviso non vuole prendere atto di una cosa molto semplice:se gli zingari sono dei poveracci che stanno nelle baracche allora vanno pestati o bruciati, se invece abitano in ville e magari si chiamano spada o della monica allora ci possiamo fare affari, foto ,etc.

      Elimina

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.