giovedì 21 settembre 2017

El Pais scopre la spinta propulsiva di CasaPound

“El Pais“, il quotidiano più venduto in Spagna, ha pubblicato ieri un’inchiesta sul movimento di destra radicale italiano CasaPound. “CasaPound cresce ogni volta che l’Italia va alle urne“, segnala il giornale progressista. “A differenza di altre costruzioni dell’ultra-destra, come Forza Nuova o Roma ai Romani, fanno a meno della morale cattolica o della omofobia“, osserva inoltre l’autore del reportage Daniel Verdù.
Lo segnala Rivoluzione Romantica, il blog di un giovane giornalista calabrese di orientamento sovranista, Emmanuel Raffaele. Per la prestigiosa testa spagnola CasaPound si caratterizza per l'indifferenza all’identità cattolica a fronte delle dichiarate simpatie tradizionaliste di Forza Nuova mentre sul fronte dell'emergenza migranti si distingue dai partiti della destra di governo, come Fratelli d’Italia e Lega Nord per le posizioni più intransigenti.
“CasaPound”, spiega El Pais “con 99 sedi e 11 consiglieri eletti nei Comuni, costruisce la sua attualizzazione del fascismo sulle rovine di una classe media e piccolo-borghese impoverita: il mercato elettorale oggi più redditizio”. L’incubo sottinteso, sottolinea Raffaele, è riassunto nel titolo (“Un fascismo rinnovato prende nuova forza in Italia“) anche se il racconto si mantiene il più possibile oggettivo. Tra i casi citati in questo senso, quello di Lucca – “dove hanno ottenuto l’8% di voti nelle ultime amministrative e sono la terza forza politica” – e del suo rappresentante locale Fabio Barsanti (nella foto in alto), il cui segreto, spiega il giornalista, è “ascoltare la gente” ma non solo: “quando parliamo del fascismo lo facciamo senza nostalgia.Prendiamo alcune idee come la proprietà della casa, la giustizia sociale o la identità nazionale e le attualizziamo”, spiega lo stesso Barsanti.

0 commenti:

Posta un commento