giovedì 3 agosto 2017

Norberto Gallo: io allontanato perché scomodo ma a Roma un ex Br mai cacciato

Il collega Pietro Treccagnoli dalle colonne de Il Mattino, storico quotidiano partenopeo, intervista il professore Norberto Gallo, insegnante di Storia e Filosofia, pubblicista, ex segretario provinciale della Flc espulso dal sindacato per la partecipazione poi saltata ad un incontro pubblico con Stefano Delle Chiaie, indiscusso leader di Avanguardia Nazionale, mentre a Roma il locale segretario Flc è Eugenio Ghignoni ex brigatista, mai pentito, condannato prima all'ergastolo poi a  4 anni.
Intervista che riportiamo per intero.




Norberto Gallo, ormai ex segretario della Flc Cgil di Napoli, insegnante e pubblicista, contesta ovviamente, l'espulsione dal proprio sindacato per la partecipazione (poi saltata) ad un incontro pubblico con il neofascista Stefano Delle Chiaie leader della disciolta Avanguardia nazionale.Ne rigetta il merito e la forma. Ritiene che i motivi della sua cacciata siano altri e annuncia di volersi rivolgere al Tribunale.
Veniamo subito al punto. Quali sarebbero i presunti motivi reali nascosti dietro il velo del fascismo?
La Flc d Napoli si è schierata sempre su una posizione di ferma opposizione alla legge della Buona scuola di Matteo Renzi. Con l'arrivo della nuova ministra Valeria Fedeli, a livello nazionale c'è un feeling diverso con il governo. Quindi dovevano essere normalizzati.
Vuole dire che lei era diventato scomodo?
Nel momento in cui si è aperta la successione a Fiorella Esposito, segretario Flc fino a che è stata eletta sindaco di Arzano, si è creato un vuoto di potere. Il sindacato nazionale è intervenuto pesantemente per spostare in avanti il voto per il nuovo segretario, esprimendo il non gradimento nei miei confronti.

Lei sarebbe stato il successore naturale della Esposito?
Io ero il candidato di Fiorella. Lei è andata via e ha proposto me come segretario. In Cgil funziona cosi.
Una forma di investitura
Si. Però appena Fiorella ha lasciato alcuni pezzi del sindacato che erano d'accordo sulla mia elezione hanno cambiato opinione. Mi hanno detto invitato a fare un passo indietro e poi hanno appoggiato apertamente e pesantemente sull'altro candidato Filippo Sica.
Subito dopo la mia proclamazione a segretario è partito il procedimento sulla storia del convegno con Delle Chiaie.
Eccoci al casus belli. Il suo nome compare sulla locandina che annuncia l'evento, accanto al simbolo di Avanguardia nazionale.
Al convengono dovevo partecipare come giornalista, essendo pubblicista dal 2010, oltre ad essere insegnante di Storia e di Filosofia. Quando da quest'anno ho chiesto l'esonero sindacale per potermi dedicare interamente alla Flc, ho chiarito che avrei continuato la mia attività giornalistica con Radio Shamal, che si occupa anche di integrazione di lavoratori stranieri e per la quale ho intervistato Franco Freda, altro leader neofascista.Ovviamente per il palinsesto del mio lavoro giornalistico non vado a chiedere il nulla osta al sindacato.
Insomma lei è accusato di aver frequentazioni con la destra eversiva. Ma lei è fascista?
Ma scherza? Assolutamente no.
E' antifascista?
Ho militato nel Pci nell'area riformista e poi sono stato iscritto a Rifondazione Comunista, anche se mi sono sentito più socialista che altro, magari anche un pò anarcoide. L'unica destra alla quale ho aderito era quella interna del Pci. Ero iscritto alla sezione Centro che è stata intitolata a Carlo Fermariello. Voglio aggiungere che se i vertici della Cgil hanno scoperto che esiste ancora Avanguardia nazionale, fuorilegge da 40 anni, devono ricorrere alla Procura, non limitarsi a cacciare via un proprio iscritto.
Ma se avesse partecipato a un convegno con il brigatista Curcio secondo lei sarebbe stato espulso lo stesso?Secondo lo statuto si, ma tenendo conto che il segretario della Flc di Roma Eugenio Ghignoni è un ex brigatista, mai pentito condannato prima all'ergastolo e poi con una pena ridotta a 4 anni, sospetto che non mi avrebbero mai cacciato.
In pratica lei sostiene che quest'accusa è solo un pretesto per farla fuori?certo, era l'unico modo per liberarsi di un rompiscatole come me che si batte contro la Buona scuola. A loro serviva un posto libero, normalizzando Napoli. L'unico grimaldello che potevano usare era quello, dopo averle provate tutte, portando alle urne contro di me persone che non votavano da anni.
Che cosa farà adesso?
Sono stato espulso in base all'articolo 3
...quello che vieta l'iscrizione a organizzazioni segrete, logge massoniche e organizzazioni fasciste o razziste.
Si.. Ma come potevo essere iscritto ad Avanguardia Nazionale sciolta nel 1976, se sono nato nel 1971? Comunque, in poche parole, hanno attivato una proceduta che non è prevista dallo Statuto. Dovevano appellarsi ad altri articoli.
Quindi? 
Innanzitutto scriverò al Collegio statutario del sindacato chiedendo spiegazioni sull'epurazione stalinista che ho subito. E comunque mi rivolgerò al Tribunale. Voglio sapere se sono un eversore nero. Perché se lo sono, mi devono arrestare.



0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.