venerdì 21 aprile 2017

Sede Forza Nuova a Siena, per l’Anpi “esplicita esaltazione della violenza fascista”

(G.p) Di fronte alla apertura, prevista per sabato prossimo, di una sede di Forza Nuova, intitolata allo squadrista senese Rino Daus, con relativo corteo organizzato per il pomeriggio di sabato 22 aprile la locale sezione dell'associazione nazionale partigiani di Italia manifesta tutta la sua preoccupazione ed in una nota, diffusa alla stampa, dichiara: "prendiamo atto con preoccupazione che ancora una volta non vengono fatte rispettare la Costituzione e le leggi dello Stato che vietano l’apologia di fascismo e che condannano gesti, azioni e slogan legati all'ideologia nazifascista, e aventi per scopo l'incitazione alla violenza e alla discriminazione per motivi razziali, etnici, religiosi o nazionali, nonché l'utilizzo di simbologie legate a tali movimenti politici."
"L'intenzione di Forza Nuova, continua la nota,  di aprire una sede a Siena intitolandola a Daus risulta un'esplicita esaltazione della violenza squadrista che portò alla dittatura fascista. La legge lo vieta, ma nessuna legge è stata meno applicata di quella che sanziona l'apologia del fascismo."
Per questo motivo l'associazione nazionale partigiani indice un pubblico presidio in piazza del Campo dalle ore 16 alle ore 20 di sabato prossimo al fine di consentire ai cittadini democratici senesi di manifestare pacificamente il proprio dissenso ed inoltre annuncia il lancio di 2 petizioni, la prima  petizione per chiedere al primo cittadino di Siena che il Comune prenda posizione affinché vengano negati spazi pubblici a movimenti e associazioni che non neghino di riconoscersi nei disvalori di fascismo, razzismo, xenofobia, omofobia; la seconda  per chiedere al Prefetto che, in ottemperanza alle leggi vigenti e nel rispetto della Costituzione italiana, venga impedita l’intitolazione di una sede associativa a un simbolo dello squadrismo fascista.

0 commenti:

Posta un commento