mercoledì 26 ottobre 2016

Msi, una storia che non finisce:giovedì il primo convegno tematico




(G.p)Continuano, senza sosta e senza tregua, le attività politico culturali collegate a Nostalgia dell'avvenire, interessante mostra sui settanta anni di vita del Movimento Sociale Italiano, principale partito di destra presente nel panorama politico italiano.
Una mostra, fortemente voluta dalla Fondazione Alleanza Nazionale, curata dal direttore scientifico Marcello Veneziani e dallo storico Giuseppe Parlato che rimarrà aperta al pubblico fino al 10 febbraio, che sta avendo un discreto successo in termine di presenze quotidiani di nostalgici del mondo missino ed appassionati di politica.
Dopo l'inaugurazione, avvenuta, in pompa magna, il 19 ottobre alla presenza di storici esponenti del Msi come Gianni Alemanno, Maurizio Gasparri, Ignazio La Russa, Gianfranco Fini e donna Assunta Almirante, giovedì 27 ottobre ci sarà il primo convegno tematico dal titolo Msi, una storia che non finisce mai, come riporta una nota diffusa dall'ufficio stampa della Fondazione Alleanza Nazionale che riportiamo per intero.





"Msi, una storia che non finisce". Questo il titolo del primo convegno, previsto per domani, giovedì 27 ottobre (ore 16) organizzato dalla Fondazione An nell'ambito della mostra sui 70 anni del Movimento Sociale italiano, in svolgimento in via della Scrofa 43 a Roma. Al dibattito-incontro, coordinato da Gennaro Sangiuliano, parteciperanno Ignazio La Russa, Maurizio Gasparri, Altero Matteoli e Gianni Alemanno. Il prossimo 3 novembre, invece, il tema del confronto sarà "C'era una volta il Msi", con il confronto a due tra Gennaro Malgieri e Mauro Mazza.
La mostra sui 70 anni del Msi, curata dal direttore scientifico della Fondazione An Marcello Veneziani e dallo storico Giuseppe Parlato, resterà aperta fino al 10 febbraio. Il materiale utilizzato proviene in larga parte dalla Fondazione Ugo Spirito-Renzo De Felice e dall'archivio del Secolo d'Italia, fondato nel 1952, che divenne quotidiano del Msi negli anni Sessanta.




0 commenti:

Posta un commento