martedì 25 ottobre 2016

Fronte nazionale: la colpa di essere in anticipo sui tempi


(G.p)Sono trascorsi 21 anni da quando la corte d'Assise di Verona emise una sentenza di condanna per i membri del Fronte nazionale di Franco Freda dichiarati colpevoli di propaganda ostile all'integrità razziale e ostile all'integrazione razziale.
In quell'occasione, il reggente del Fronte Nazionale, Franco Freda, aveva dichiarato: “Nelle estenuate società nazionali europee, ormai profondamente disanimate, gli esponenti della cultura della decadenza vogliono imporre a noi ‘vecchi europei’ l’integrazione razziale con i ‘nuovi europei’ e a questi ultimi l’assimilazione. Nel loro invasamento cosmopolitico, essi considerano la ‘società’ multirazziale necessaria allo sviluppo della loro volontà di potere mondiale. Non considerano invece che l’assimilazione e l’integrazione genereranno ben presto cortocircuiti di forze etniche: con la rapida disgregazione dei nostri popoli e la tremenda deformazione della nostra vita. Noi, come tutti i buoni europei, dalla Sicilia alla Norvegia, sentiamo invece l’invasione degli stranieri extra-europei come il più catastrofico strumento di sfiguramento dell’anima etnica delle nostre comunità – i cui connotati storici, durante migliaia di anni, si sono formati nella tradizione della loro natura e della loro cultura -, e intendiamo contrastare l’aggressione migratoria e l’integrazione razziale con la nostra volontà di resistenza e di integrità etnica.”

2 commenti:

I LUPI AZZURRI.
molto bello.
condannato in 1 e 2 grado per violazione legge scelga (assurdo).
In cassazione anzichè cassare condannato per violazione legge mancino. Che non avevano violato se uno si legge il tenore dei manifestini.

Questa è la demoNIOcrazia!

Ho avuto l'onore di essere uno dei condannati da questi lerci magistrati che hanno rovinato l'Italia.

Posta un commento