domenica 4 settembre 2016

CATEGORIA:

Io sindaco e uomo di sinistra guido la rivolta anti migranti

(G.p) Mario Scetta, è il sindaco di Castelvenere,  piccolo comune della provincia di Benevento che conta 2500 abitanti.  Alle scorse elezioni amministrative è stato candidato sindaco in una lista civica di centro sinistra. Il suo comune, ad oggi già ospita 150 extracomunitari ma c'è un progetto per mandarne altri 40 senza nessun accordo preventivo con le autorità locali. 
Per questo motivo il sindaco Scetta ha minacciato di dare le dimissioni. Come lui anche altri amministratori, sia di area centro sinistra che di area centro destra sarebbero pronti a dare le dimissioni di massa.
Il collega Enrico Paoli dalle colonne di Libero di domenica 4 settembre intervista il sindaco Scetta che guida la protesta contro i migranti imposti dall'alto ai piccoli e medi comuni del Sannio.

Salve sto cercando il dottor Mario Scetta, anzi il sindaco Scetta
Sono la moglie. Mio marito è un attimo impegnato

Signora aspetto, non si preoccupi. E' per la vicenda degli immigrati. Suo marito ha minacciato di dimettersi.
Immaginavo. E' un bel problema. Ecco ha finito, glielo passo

Sindaco, ma davvero è pronto a mollare la carica perché stanno mandando troppi immigrati a Castelvenere?
Ci sto seriamente riflettendo. Lunedì decido. Ma vorrei fosse chiara una cosa

Dica
Il problema non sono gli extracomunitari. A Castelvenere non esiste il razzismo. La questione è solo e soltanto politica

Di che tipo?
Di ordine generale, diciamo. E' assurdo che i sindaci non siano informati di nulla. Non possiamo continuare a subire. Manca un metodo per gestire l'emergenza immigrati.


Anche voi come Capalbio?
Si ho letto. Ma siamo oltre. Castelvenere conta 2500 abitanti. Ad oggi ospitiamo 150 extracomunitari, troppi, tanti per la nostra comunità. E siccome non sanno più come fare, vorrebbero mandarne qui altri 40, senza nessun accordo preventivo. E il problema esiste in tutto il beneventano.


Dunque in provincia di Benevento non c'è solo il caso Castelvenere
La protesta si sta allargando a macchia d'olio. E potrebbero esserci dimissioni di massa.

Sindaco, da chi è stato eletto?
Io rappresento una lista civica,collocata nel centro sinistra.Sono stato rieletto pochi mesi ma ho già fatto il sindaco per 10 anni. Ma la situazione attuale si è fatta davvero pesante. Per tutti

Senza distinzione di appartenenza?
Guardi, anche gli altri comuni sul piede di guerra sono amministrati dal centro sinistra. Non è un problema di partiti ma di cittadini esasperati, stufi di sopportare e subire.


Cosa esattamente?
I piccoli e i grandi problemi quotidiani connessi alla presenza degli immigrati. Si va dall'igiene alla sicurezza. Non è facile gestire queste persone che stanno tutto il giorno a giro senza far nulla. E poi qui, nel Beneventano, sono arrivate anche le donne.

E questo crea ulteriori problemi?
E certo, prova ad immaginare.

Detto cosi mi viene da pensare a De Andrè e a Bocca di rosa.
Esatto, il mestiere più antico del mondo ha ripreso campo. Con le inevitabili conseguenze. E i miei concittadini si lamentano

Immagino. Ma suppongono anche che le proteste non riguardino solo questa appendice al problema immigrati
C'è il nodo delle cooperative che gestiscono il business che desta particolari perplessità. Ormai è chiaro a tutti che l'accoglienza è un grande affare e le società che lavorano con lo stato si sono organizzate.

In che modo?
Quasi banale, ma particolarmente efficace. In pratica prendono in affitto immobili e appartamenti ancora prima che la Prefettura gli assegni gli immigrati. Così quando si presenta l'urgenza hanno già la risposta pronta. Un'industria vera e propria.

La sua protesta è scoppiata nel bel mezzo di una riunione convocata dal presidente della Provincia di Benevento, Claudio Ricci. Segno che tutto il territorio è in sofferenza?
Esattamente e nonostante ciò hanno intenzione di trasferire altri 300 immigrati. Su 78 comuni solo 25 hanno accolto gli extracomunitari, gli altri 53 no. E solo 10 hanno il carico maggiore con non meno di 100 unità a testa.


E quei comuni che non li hanno accolti come hanno fatto?
Semplice: hanno fatto le barricate

0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.