lunedì 11 luglio 2016

Omicidio di Fermo, imbrattate le sedi bergamasche di Lega e Casapound: “Complici"

La rivendicazione arriva direttamente dalla pagina Facebook di “Bergamo Antifascista” che, poco dopo l’azione nella nottata tra domenica e lunedì, ha postato le immagini delle sedi di Casapound in via Nazario Sauro e della Lega Nord in via Cadore imbrattate.

Un’azione dimostrativa legata a quanto successo a Fermo dove Amedeo Mancini, trentanovenne del luogo, è stato arrestato e accusato dell’omicidio di Emmanuel Chtidi Nnamdi, migrante nigeriano di anni 36: “La fine di Emmanuel – scrive Bergamo Antifascista – è l’angosciosa risultante dell’agibilità concessa a Casapound, Lega Nord e a tutti gli pseudo-movimenti che infangano il tessuto sociale praticando razzismo e intolleranza”.

“Assassini complici” si legge sulla serranda della sede bergamasca di Casapound mentre sulla vetrina di quella della Lega abbondanti macchie rosse e di nuovo la scritta “Complici”.
Per sostenere le stesse ragioni, martedì Bergamo Antifascista sarà in presidio sotto la prefettura di via Tasso.


Fonte Bergamo News


0 commenti:

Posta un commento