mercoledì 23 dicembre 2015

CATEGORIA:

23 dicembre 1977: a proposito della nascita dei Nar

23 dicembre 1977 Agguato al militante di sinistra Massimo Di Pilla

di Enrico Gregori
Tre militanti di Autonomia Operaia rimangono feriti, in via Nomentana, per l’esplosione di un ordigno incendiario che stavano trasportando. Nello stesso giorno il militante di sinistra Massimo Di Pilla è gravemente ferito a colpi di pistola da due elementi di estrema destra arrivati su uno scooter. Massimo Di Pilla aveva 17 anni. Il suo ferimento avvenne con sette colpi di pistola calibro 7,65 in via dell'Unione Sovietica. Il giorno successivo, l'organizzazione di estrema destra NAR rivendicò l'attentato con una telefonata alla redazione del quotidiano romano "Il Messaggero".
(umt) Così il Messaggero, un anno fa racconta il primo attentato dei Nar. I fatti non corrispondono però alle opinioni dei protagonisti. Alessandro Pucci fissa la nascita alla rappresaglia per il ferimento di sua madre, colpita in casa come vendetta per l'agguato contro Di Pilla mentre per Mambro e Fioravanti la prima telefonata di rivendicazione è il 30 dicembre, dopo gli attacchi ai funerali di Pistolesi. Ho ricostruito queste e altre vicende in una relazione a un meeting a Brescia qualche anno fa riflettendo sull'inutilizzabilità elle testimonianze dei protagonjisti per la ricostruzione dei fatti negli anni di piombo (vedi qui le slide 6,7,8) e ne parlo oggi sul mio blog  spiegando la natura non dolosa ma sicuramente non innocua di certi falsi ricordi ...


0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.