martedì 6 ottobre 2015

CATEGORIA:

In ricordo di Sergio Rossi, quadro storico del Msi salernitano ucciso 3 anni fa per rapina da due balordi


(Gp)Il 4 ottobre del 2012, nel centro di Salerno, Sergio Rossi, storico militante del Movimento Sociale Italiano fu aggredito alle spalle, derubato e vigliaccamente assassinato a colpi di martello sul cranio da due extracomunitari.
Nel tardo pomeriggio di lunedì 5 ottobre, i suoi camerati, gli amici di sempre, lo hanno ricordato con il classico presente.
L'attrice Margi Villa Del Priore, per i lettori di fascinazione, ha voluto tracciare un personale ricordo dell'amico e camerata Sergio Rossi  che proponiamo nella sua interezza.

SALERNO SI FERMA PER RICORDARE L'OMICIDIO DI SERGIO ROSSI


Il 4 ottobre  2012 Sergio Rossi, storico militante  della destra missina,  veniva aggredito alle spalle, derubato e vigliaccamente assassinato a colpi di martello sul cranio  da due extracomunitari nel centro di Salerno , proprio lui che storicamente , ai miei occhi, era stato un vero “attivista”. Sergio entra nella Giovine Italia,   partecipa alle  battaglie giovanili quando comunisti e fascisti facevano seriamente a mazzate , sprangate e sassate  a piazza San Francesco durante  la settimana rossa al Tasso,  per un Ideale.  Rautiano doc,  è affascinato anche al M.S.I di Almirante in piazza delle Concordia. Storico “ mazziere”,  quando ogni città aveva il suo gruppo di mazzieri,  a volte si correva  in soccorso a Napoli o in altre città d’Italia perché lui affermava:   “  a destra sono tutte teste calde” . Sergio ha rappresentato le battaglie dei camerati e poi la militanza nel partito di via Diaz, lo storico Movimento Sociale Italiano a Salerno . Sergio ha rappresentato la gioia e la simpatia  quando arrivava agli incontri della comunità,  raccontava  che nel partito” c’è chi ha messo i manifesti a vita”, l’allegria  quando arrivava a casa mia  e con un bicchierino di grappa mi raccontava aneddoti politici e progetti futuri . Sergio ha rappresentato la storia di un camerata che credeva nelle nostre battaglie, nella nostre idee, nei nostri valori. Quando girai il mio film- documento  “Me ne frego :dal M.S.I. a oggi! ” lo scelsi tra i 24 privilegiati protagonisti perché aveva ancora  la  fiamma viva negli occhi  delle battaglie della gioventù e la mia troupe ancora ricorda il suo entusiasmo. Domani  5 ottobre alle 19: 30  i camerati e gli amici lo ricordano per onorare la sua memoria e urlare il suo e il nostro: “ presente”. Tutti sono invitati a intervenire al ricordo di Sergio Rossi, che lascia la sua memoria negli occhi del figlio Antonio , per parlare  poi di una targa da mettere in futuro, in suo onore , proprio lì dove l’hanno ucciso.                                                      

0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.