domenica 1 gennaio 2012

Iannone chiama i suoi allo strappo con "la destra bigotta e infame"

(umt) E' uno strappo molto duro nei confronti dell'estrema destra, nel quadro delle polemiche scatenate intorno alla scadenza del 7 gennaio, quello che Gianluca Iannone chiede ai suoi militanti nel messaggio di auguri per Capodanno, pubblicato sulla sua pagina di facebook. 
Tutti attaccano CASAPOUND e non è vittimismo, è un dato evidente. Il governo, il centro, la sinistra, i centri sociali, i media. Tutti l'attaccano, tutti ci attaccano. Anche la destra quella più bigotta e infame. Anche quelli che hanno smesso di militare in altre formazioni solo perché non li stipendiavano più. Anche quelli che in passato furono graziati nei nostri concerti per atteggiamenti indegni. Anche chi ha un mediocre passato come militante. Oggi questi "teatrini di miserie umane" si sentono in dovere di parlare male e di infamare la nostra formazione.Vi dico che non è facile sopportare tutto questo, non è facile accettare la mala fede, l'invidia e la menzogna. Non è facile accettare l'anonimato, le frecce avvelenate, la bassezza, i doppi giochi. Non è affatto facile accettarla è vero; ed è per questo che non vi chiedo di accettarla ma vi chiedo di sconfiggerla. Vi chiedo di sconfiggere tutto questo perché la strada intrapresa è quella giusta ma è ancora lunga ed abbiamo le gambe forti e adatte per percorrerla. Ecco perché vi chiedo di sconfiggere questo tentativo infame di creare intorno a CPI terra bruciata rilanciando alla grande la campagna del tesseramento 2012 per raddoppiare i nostri iscritti. Ecco perché vi chiedo di sconfiggere la menzogna rimboccandoci le maniche e arrivare - ancora una volta - là dove nessuno per paura o per pigrizia è mai arrivato. Ma soprattutto ecco perché vi chiedo di sconfiggere la zizzania, lo sciacallaggio e il chiacchiericcio da tastiera che arriva da destra con lo stesso sistema con cui, nella leggenda, il mago Merlino sconfisse la strega Morgana. Sì perché Merlino non sconfisse Morgana con un incantesimo maggiore o con un trucchetto medievale. Merlino sconfisse Morgana semplicemente, dandole le spalle. Dimenticandola. Sì, avete letto bene: dimenticandola. Quindi DIMENTICHIAMOLI, lasciamoli bruciare nella loro invidia, nella loro impotenza, non rispondiamo agli insulti con altri insulti. Dobbiamo pensare ad altro, perché dobbiamo fare altro. Mi dispiace dirlo ma credo che il nuovo anno sarà un anno ancor più duro per tanti versi, e dobbiamo stare al pezzo con lucidità. Perdere energie e tempo con chi non ha più nulla da dire è un lusso che non ci possiamo permettere. Passate una buona serata come la passerò io. E quando arriverà mezzanotte pensate a quello che è successo ai nostri fratelli Zippo e a Katanga... alziamo i calici e brindiamo a tutti. Noi con l'augurio che ognuno di Noi riesca a realizzare i propri sogni. Con la fronte serena anche nella minaccia, CASAPOUNDISMO fino all'ultimo respiro. Buon ANNO Camerati.
L'appello alle iscrizioni coglie subito buoni frutti. Il primo a sottoscriverlo è Maurizio Murelli, con una dichiarazione d'intenti molto impegnativa:
Per quel che mi riguarda non mi sono mai iscritto a CPI perché ho sempre pensato che la *mia storia potesse creare problemi*. Ho però tentato di dare il mio contributo sul web, nel lavoro dietro le linee e nelle discussioni per supportare come potevo le varie iniziative. Oggi, dopo gli sguaiati attacchi e le ignobili provocazioni che CPI ha subito e subisce, se mi volete, se pensate che non creo problemi presenterò anch'io l'iscrizione. Solo ed esclusivamente per condividere gli oneri e le persecuzioni. Per null'altro. In alto i cuori!

134 commenti:

  1. A completamento della mia dichiarazione posso aggiungere che la mia storia può creare problemi offrendo un assist al fronte antifascista, che non aspetta altro per rimestare nel puzzolente calderone delle leggende metropolitane fatte assurgere a verità imprescindibili. In base a queste io sono ben rappresentato nell'abum dei mostri. Ma la mia storia poteva (e non a caso uso il verbo al passato) servire servire la causa di una ricomposizione interna all'area. In altre parole, come altri, avrei potuto essere un punto di riferimento in qualche modo super partes per aiutare a superare le contrapposizioni e le incomprensioni, i rancori e gli equivoci. Ma bisogna prendere atto del fatto che la storia ha avuto una sua evoluzione grazie alle spinte centrifughe interne a quella che viene chiamata *areaP e alla pressione esterna da parte del Sistema. A questo punto valuto che il non prender posizione è un modo come l'altro per sottrarsi al fronte. E' in corso una guerra sulla linea e tante piccole guerre dietro le linee. Non è più il caso di temporeggiare: si rischia anche di passare per imboscati. E il bosco in questione non è certamente quello del Ribelle. Sono perfettamente consapevole del fatto che la mia sola disponibilità (alla quale potrebbe non seguire risposta o risposta negativa) mi procurerà insanabili rotture, molti rapporti salteranno, qualcuno non mi rivolgerà più la parola e sarà legittimato qualsiasi pettegolezzo, qulsiasi maldicenza personale da parte dei soliti rancorosi. Andrà all'incanto la supposta autorevolezza super partes. Da ora sarò percepito come uomo di parte. Ma per dirla con Evola: *Ho fatto quel che andava fatto*.

    RispondiElimina
  2. Ugo, scusa, non trovo il messaggio sulla pagina di Iannone...l'ha cancellato?

    Auguri :)

    RispondiElimina
  3. Seguivo le iniziative di CPi senza essere tesserato, ho rotto con l'ambiente di cpi ( senza smettere di frequentare singoli militanti e amici degni e meritevoli di stima singolarmente)inteso nel complesso dopo una data ben specifica: le regionali del 2010.. Carissimi, adesso secondo me' e' il momento di andare oltre: o si ridefinisce tutto il problema della geopolitica e il problema cruciale della Sovranita' o altrimenti e' un continuo avvitarsi su stessi. Ben inteso e' un discorso che riguarda tutti. Invito tutti a sottoscrivere l'appello per la nostra Sovranita' e di partecipare alle riunioni che
    saranno tenute e vertenti sui singoli temi d'interesse. Basta con le destra, le sinistre, gli accordi tattici, i luoghi geometrici , il male minore e tutte queste ridicolaggini e dabbeneggini che servono solo a plagiare i militanti piu' ingenui.
    Ora o mai piu': per la nostra millenaria civilta', per la nostra cultura, liberi di decidere nella nostra Patria.
    Sursum corda.......et ad majora!


    Ago

    RispondiElimina
  4. quindi finalmente rompe gli indugi e aderisce ufficialmente al PdL?

    RispondiElimina
  5. C'è, c'è, al momento con 62 commenti e 340 mi piace.

    RispondiElimina
  6. Più che altro si riconosce come movimento autonomo e si definisce come scuola di pensiero: il casapoundismo...

    RispondiElimina
  7. Tanto autonomo come movimento non mi sembra,visto che ogno volta che ci sono le elezioni si sostiene qualcuno del PDL questo penso che Maurizio lo sappia bene.... Come la mettiamo in questo caso caro Maurizio? Non voglio assolutamente polemizzare ma mi piacerebbe sapere l'opinione di Maurizio (persona che stimo tantissimo) riguardo l'appoggio al PDL da parte di Cp ogni volta che si sono le elezioni. Cari saluti Francesco da Roma

    RispondiElimina
  8. Bel messaggio quello di Iannone. Preciso, autoritario e diretto. Difficile non cogliere i paletti posti a protezione di CPI e dei suoi militanti. In gran parte lo condivido, perché per crescere occorre essere indifferenti alle critiche, ai veleni e all'idiozia di pseudo fascisti che credono di potersi definire tali acquisendo semplicemente una tessera.
    Ma i problemi sollevati dal capo di CPI possono ritenersi validi solo se vengono valutati nel contesti di divergenze tra movimenti. Diverso quando " le frecce avvelenate, la bassezza, i doppi giochi", come ha scritto Iannone, partono dai singoli individui che anche CPI cova al suo interno. E qualche volta non sono solo semplici militanti.
    Alcuni di costoro non si sono dimostrati differenti da coloro che Iannone condanna, alcuni di costoro non si sono comportati meglio di quelli che vengono additati come "inutili". E sempre alcuni di questi non hanno lasciato intravedere alcuna apertura, prima che politica, mentale verso il "diverso", ovvero verso chi non è tesserato a CPI.
    In realtà CasaPound è malata della stessa sindrome che dilaga in tutti i movimenti cosiddetti di "estrema destra". E' malata di onnipotenza, di onniscenza e della presunzione di avere capacità sovrumane. E Iannone, con il suo "messaggio di fine anno", (un altro lo stavamo sorbendo dalla TV), ha praticamente emesso il bolletino medico del suo movimento. La prognosi non pare guaribile in pochi giorni e forse, con questi presupposti, neanche negli anni a venire.
    Abbiamo appreso la volontà di rompere con tutti, o quasi, ma non c'e' stata una sola parola circa una presa di distanza dalla palese connivenza politica con il Pdl e con l'attuale Futuro e Libertà che hanno contribuito a dare lustro e conoscenza a chi, ora, predica l'isolamento dall'estrema destra.
    Non c'e' stato neanche un richiamo all'unità che avrebbe potuto rendere CPI davvero diversa ed unica nel suo genere. No! Abbiamo letto l'ennesimo comunicato isolazionista che riduce la complessità delle problematiche sociali, economiche, civili e politiche al tesseramento per il 2012.
    Peccato, perché CPI poteva davvero decollare se solo avesse usato la propria forza politica e sociale per compattare un'area che non ha certo bisogno dell'ennesimo proclama di guerra, ma di una proposta seria e precisa ai fini di una unificazione collettiva.
    Anche per quest'anno, a quanto pare, i fucili di CPI saranno puntati verso la direzione sbagliata, con somma soddisfazione di un nemico comune verso il quale non si riesce, o non si vuole, prendere la mira.
    G. Martorana

    RispondiElimina
  9. Ugo, forse sono rinco io... Sono fan di Casa Pound Italia (http://www.facebook.com/pages/CasaPound-Italia/193902102841) ma il messaggio non lo vedo :( Scusa

    RispondiElimina
  10. Rincoglionito non so ma imbranato proprio sì. Nella sua pagina di facebook, non in quella di CasaPound Italia ...

    RispondiElimina
  11. Questa storia dell'appoggio di CPI al PDL mi ricorda un po' l'accusa rivolta a Mussolini di aver appoggiato il grande capitale, fatto l'interesse delle grandi industrie etc. E' ovviamente un accusa che la sinistra - anche per evitare di affrontare quanto fatto per il fronte sociale e operaistico, per il proletariato e il sottoproletariato - si gioca con gusto. CPI si muove strategicamente e tatticamente a più livelli e su più fronti.Questo è del tutto evidente anche a chi vuole essere in malafede. Come sempre accade c'è chi vuol vedere delle cose che un movimento mette in campo quelle che fanno piacere e si condividono e chi invece punta l'indice sulle cose sgradite. Io non mi pongo il problema se CPI deve o non deve appoggiare il PDL piuttosto che Rifondazione comunista per il semplice fatto che per quel che mi riguarda il suffragio universale - stando al senso della lotta nel suo complesso - appartiene all'accessorio e non all'essenziale. Nelle dinamiche che per me contano le elezioni e l'appoggio tattico, strategico ad un partito piuttosto che ad un altro mi lascia del tutto indifferente. Non ha alcun peso specifico, non sposta di un microbo l'assetto di Sistema. So benissimo che potendo scegliere preferirei nessun appoggio. Se non altro per una questione di igiene. In ogni modo a me non risulta alcuna appoggio incondizionato al PDL quanto piuttosto a persone dentro il PDL. Ma, ripeto, la cosa mi lascia dle tutto indifferente perchè neppure il più cretino fra i cretini che sta nella cosiddetta area può seriamente pensare che Gianluca e tutti gli altri abbiano l'anima del pdiellino. Suddai.... Allora gli si può rimproverare la scelta tattica, la strategia? Sì, si certo... come sempre siamo tutti commissari tecnici della nazionale e al posto del CT di turno avremmo fatto diversamente. Perché una delle cose che è venuta meno ormai è la modestia e ciò che è cresciuto tanto è l'ipertrofia dell'io.
    Allora, con il mio gesto io credo di allinearmi - e prego veramente tutti di non azzardarsi a pensare che anche solo lontanamente io pensi di essere a loro livello per intrinseche qualità - a quanto fece per esempio Pirandello, il quale chiese l'iscrizione al partito fascista quando tutti attaccavano Mussolini e molti ne prendevano le distanze, e cioè all'indomani dell'omicidio Matteotti assunto strumentalmente dalla solita sinistra mentecatta per attaccare il fascismo (che poi oggi sappiamo chi con molta probabilità commissionò quell'omicidio). Ma un esempio per me ancor più bello e calzante al quale mi piace aderire, fatte le immancabili e necessarie proporzioni, è quello suggerito da T.E. Lawrence. Dopo la mirabolante impresa nei paesi arabi, rientrato in Inghilterra carico di onori e gloria, andò ad arruolarsi nella RAF utlizzando uno pseudonimo, come soldato semplice senza che nessuno sapesse chi fosse. Non si pose il problema dell'adeguatezza delle strategie dell'avviazione inglese, del prestigio e onorabilità dei generali; si pose solo il problema di come servire il suo Paese. La situazione è sotto gli occhi di tutti. ER nessuno è costretto a fare niente. Può però scegliere e io faccio la mia scelta cosapevole dei limiti e delle conseguenze, come appunto di essere (non ci è voluto molto tempo per questo) di finire a fare il sostenitore del PDL. Va beh, ragazzi, che dire? I camerati di un tempo si dividevano in due schiere. Quelli che dicevano "Dio è con noi" e quelli che cantavano "Il Diavolo marcia con noi". In considerazione del fatto che a me Dio o gli Dèi non mi hanno mai molto amato, marcerò con il Diavolo... :-)))
    Grazie a chi mi ha espresso stima. Spero di meritarmela sempre.
    P.S. se alle prossime elezioni CPI appoggerà un qualche candidato del PDL per me non cambierà assolutamente nulla. Lo dico subito e anticipatamente.Ma non cambierebbe nulla neppure se appoggiasse un candidato della lista Di Pietro o Vendola... Sia chiaro.

    RispondiElimina
  12. Movimento autonomo, caro Ugo, cari lettori, non credo proprio, visto il sostegno nel momento delle campagne elettorali dei peggiori candidati del popolo delle libertà, scuola di pensiero, non direi, visto che non esprimono nulla di nuovo e di originale, traendo spunto dai padri del pensiero della destra non conforme e radicale, come il poeta ed economista Ezra Pound, i futuristi del calibro di Marinetti, ed anche la famosa proposta del mutuo sociale altro non è che una vecchia proposta presente al 15 punto della carta di Verona...Sono contento di questo allontamento di Casa Pound dall'ambiente della cosiddetta destra radicale, spero in un loro avvicinamento al quello del centro destra di Berlusconi, antifascista, liberale e liberista, immigrazionista, atlantista. Per curiosità vorrei sapere i nomi dei dirigenti che prima prendevano stipendi da altre formazioni politiche che ora screditano Cp, altrimenti è la solita denuncia generica...
    Personalmente penso che il proclama di Iannone sia il solito delirio di onnipotenza, di chi si crede l'uomo della provvidenza, l'uomo portatore della verità assoluta, un mitomane che ha cercato di imitare, in piccolo, il messaggio del presidente Napoletano...

    Pino Prestipino

    RispondiElimina
  13. Sarebbe anche bene che i militanti di CPi si astenessero dal frequentare iniziative e manifestazioni della (da loro) cd Destra terminale in quanto non graditi. salutateci Dell'Utri

    RispondiElimina
  14. Andrei piano "infami" ,perchè dare la titolarità al suo significato,si sosta dinanzi al giudizio di una comunità che si realizza in primis, al idea e non a parrocchie di guelfi e ghibellini di rozzo livello di colore antracite.Vuoi vedere che sentire abbaiare i cani fuori dal podere,il rozzo colono torna dal padrone? Paolo Corvino

    RispondiElimina
  15. Dispiace che ricomincia ha calunniare ed avvelenare il nostro ambiente ,spargendo lardo ammuffito nel tentativo di disperdere le tracce.Di questo trattasi il comunicato di Iannone.Spero che Iannone dica chi sono gli ex salariato.

    RispondiElimina
  16. Mah bel messaggio ma che non dice un bel tubo di nulla che non l'autoreferenzialismo con qualche punta di onnipotenza.
    Un movimento che si dichiara autenticamente rivoluzionario e poi crea connivenze con forze del sistema mi spiace ma perde la sua carica rivoluzionaria.
    Ultimamente con la tattica del non porgere l'altra guancia,dall'estraniarsi da ogni tipo di scontro non solo fisico CPI sta prendendo legnate sia nelle piazze che al di fuori di esse.
    Non sarebbe ora di tirare fuori le palle ed essere quello che si è e non delle caricature dei boy scout del 3000

    RispondiElimina
  17. si sono proclamati ufficialmente ruote di scorta del pdl! finalmente hanno rotto gli indugi....

    RispondiElimina
  18. Questo topic servito ai tirati in ballo da Iannone è spettacolare....Riassunto degli interventi, Martorana è ricicciato e continua a fare la vittima ma da volpone politico gioca l'ultima carta per farsi pubblicità, altri argomentano le solite frasi trite e ritrite sul Pdl-Dell'Utri e Futuro e Libertà. Bene questa è la situazione e la vostra posizione, ma di nuovo che cosa dite, che cosa proponete e che cosa fate?

    RispondiElimina
  19. ma questi di cp sono fascisti del terzo millennio anche quando danno indicazioni di voto per il pdl, partito dichiaratamente antifascista?

    RispondiElimina
  20. Questo post e i successivi commenti dimostrano perchè Iannone ha ragione.
    E' un ottimo riassunto.

    Avanti Gianluca!

    RispondiElimina
  21. troppi anonimi qua- come mai?
    francesco martoncelli

    RispondiElimina
  22. Come ha detto Gianluca, abbiamo di meglio da fare che rispondere agli insulti ed ai leoni da tastiera.
    Lasciate che questa gente rimanga convinta delle proprie idee, continuiamo a camminare senza curarci di loro.

    Le chiacchiere le lasciamo ai chiacchieroni.
    CasaPoundismo ora e sempre.

    RispondiElimina
  23. manca solo castellino col suo tristissimo ma magniloquente "Popolo di Roma"...filo sion, filo invasione allogena...ma che volete da noi nazifascisti? Vi presto ascolto giusto perchè e Murelli ad aprirvi un conto sulla fiducia...ma siete per lo Ius soli o per lo Ius sanguinis? è qui che si diverge, è qui la divaricazione totale tra CasaPound e il resto...
    Sebastiano Sartori

    RispondiElimina
  24. Vedo che JANNONE accusa senza fare nomi ,lasciando ANONIMI i presunti salariati.Trovo poco serio il suo comportamento anzi meschino. Ernesto Delle Cave

    RispondiElimina
  25. Iannone scrive sul suo profilo privato ai suoi camerati, saranno anche cazzi suoi quello che decide di dire e quello che no...

    RispondiElimina
  26. Questi commenti confermano che CasaPound Italia e l'estrema destra stanno agli antipodi.
    Fatevi una vita vostra.
    Auguri a tutti.

    RispondiElimina
  27. La mia assoluta simpatia e stima per il "fare" di Casa Pound è comprovabile...e anche per uomini di capacità e cultura come Gabriele Adinolfi...se la causa di tutta questa diatriba sono le diatribe sul "corteo" del 7 gennaio (unico momento di saldatura oggettiva possibile di un intero "arcipelago") dico che l'uscita di Iannone poteva essere evitabile...giustappunto per non eccitare troppo le sensibilità prima e durante il presente di Acca Larentia...se provocazione c'è stata "qualcuno" ha abboccato...peccato...ma ci saranno tempi e modi più adeguati per fare piazza pulita sia della paccottiglia folkloristica neo-nazi o incapacitante destroterminale, sia per fare chiarezza sui percorsi "tattici" per dare forza anche istituzionale al "fascio di iniziative"...i tempi sono difficili, meglio non perdersi in chiacchiere e distintivi...

    RispondiElimina
  28. quoto totalmente Maurizio Murelli

    RispondiElimina
  29. La tua obiezione non funziona: la bacheca di Facebook non è uno spazio privato.

    RispondiElimina
  30. forzanovismo..
    casapoundismo..

    quanti termini "nuovi"

    RispondiElimina
  31. Bellissimi i commenti..soprattutto quelli di chi si vanta di essere un supercamerata e poi non sa scrivere neanche nella nostra lingua!
    Come al solito, non vi resta altro da fare che rimanere nel vostro angolo buio, tra di voi, a parlare a bassa voce e a dirvi che all'epoca vostra era tutta un'altra storia, che se vi incazzate voi non ce n'è per nessuno, che CPI è formata da una manica di imbranati poco lungimiranti, antifascisti, servi dei servi e blablabla..
    Ora, capisco che visto che vi sgobbiamo non potete far altro che criticarci ma abbiate un minimo di dignità e di originalità, per dio (patria e famiglia)!
    Esiste un proverbio arabo che, nonostante risalga a qualche secolo fa, rimane attualissimo "Quando la carovana passa i cani abbaiano" Ecco, continuate a latrare..noi continueremo la nostra marcia riservandovi, quando ne avremo voglia, derisione e compatimento.
    E lasciateci ai nostri deliri di onnipotenza!
    ..non lo sapete che il mondo appartiene ai mitomani e non ai vermi?!

    Finita Rosadi

    RispondiElimina
  32. Anonimo delle 17:47....

    Cosa tu voglia dire con il termine "ricciciato" mi è sconosciuto. Magari se usassi vocaboli più intellegibili potrei anche rendermi conto di ciò che vuoi comunicare.
    Comunque sia, sbagli se pensi che faccia la vittima. Non ho bisogno di questi sotterfugi per dimostrare a chiunque che il sottoscritto ha avuto da sempre una sola linea di condotta che non ha mai intersecato né con il Pdl, né con altri cani da guardia del sistema bancario internazionale.

    Chiedere a me, e agli altri, eventuali proposte diventa poi un autogol. Non siete voi quelli che amano definirsi "fascisti del terzo millennio" e che sostengono di detenere la bussola indicante la giusta direzione?

    Noi non possiamo che rimanere a bocca aperta per le divine indicazioni. Anche perché qualunque fossero le proposte differenti da quelle partorite da CPI, o non sarebbero ascoltate o verrebbero derise come è successo in passato.
    In compenso nella letterina di Natale di Iannone si è potuto leggere solo l'ennesimo proclama di sovrumana sapienza e l'ennesima presa di distanza da un ambiente senz'altro contorto e incapace di darsi un preciso punto di riferimento, ma che è anche un luogo dove CPI non ha mai ricvavato gran chè in popolarità e in protezioni politiche. Meglio vedere altrove, meglio inserire i propri militanti all'interno delle liste elettorali del Pdl e soci schifando tutti coloro che vengono visti come "diversi" perché non fanno parte della tribù di CasaPound.

    Eppure, lo ripeto, CPI potrebbe fare molto in questo senso, ovvero potrebbe essere un fortissimo collante tra le varie identità fasciste. Ma dovrebbe diventare più umile e capire che da sola non può risolvere tutti i problemi della nazione, né può accapparrarsi liceità ideologiche alle quali senz'altro appartiene ma di cui non ne detiene il monopolio.

    Se vi fosse più apertura invece che la chiusura ottusa e bigotta nei confronti dei movimenti d'area, forse perderebbe qualche protettore politico di rilievo ma di certo acquisirebbe una dignità politica al di fuori del comune. Allora si che diventerebbe un polo di attrazione per tutti coloro che intendono combattere questo sistema.
    Facile a dirsi e difficile a farsi, lo so. Però questa è la proposta. E non mi pare cosa da poco.
    G. Martorana

    RispondiElimina
  33. Perché sia chiaro. Quel che ho detto, quel che penso, quel che ho deciso di fare non prende in considerazione neppure per striscio la questione del 7 gennaio, di cui non so niente e non voglio sapere niente nella stessa misura in cui non voglio sapere niente delle storie collegate ad altre commemorazioni a cominciare da quella collegata a Sergio Ramelli. E questo non certo perchè non partecipo alla comunione in spirito con i camerati andati avanti e caduti. Del resto, poi, ho fin qui commemorato quelli dimenticadi e disconosiuti, quelli di cui nessuno palra. Non credo per codardia, ma molto semplicemente perché magari i caduti dimenticati sono più vicini alla mia storia così come quelli oggi al centro di controversia sono più vicine e riconducibili alle nuove generazioni oggi impegnate per il mutamento, al di là delle sigle di appartenenza. Ho valutato l'oggettivo attacco a CPI da parte del Sistema con annessi e connesi. E davanti a tale attacco non si può, io penso, restare neutrali. Il resto sinceramente non mi riguarda e non ho titolo neppure per esprimere un parere.

    RispondiElimina
  34. NECESSITA UNA ASSEMBLEA COSTITUENTE CON OBIETTIVO UN PROTOCOLLO D'INTESA TRA TUTTE LE FORZE D'ISPIRAZIONE NAZIONALPOPOLARE PER LA CREAZIONE DI UN MANIFESTO COMUNE ORGANICO CHE FACCIA CERNIERA CON IL SOCIALE E SIA ESPRESSIONE DI UN PROGETTO CONCRETO ED ORGANICO NELLA COERENTE APPLICAZIONE DEI PRINCIPI DI SOCIALIZZAZIONE ALTERNATIVA AL MATERIALISMO CAPITALCONSUMISTA.
    AVANTI DUNQUE!LA STRADA NON E' QUELLA DEGLI STRAPPI E DEL SETTARISMO NE' TANTOMENO DELLA SPECIALITA' CON PRIMATO DELLA VERITA'SUPPOSTA RISPETTO A QUELLA DEL DISCREDITO E DEL CHIACCHIERICCIO METODO PERLATRO PRATICATO ANCHE DA CP.E' VERGOGNOSO CHE NON CI SIA UN TAVOLO UNICO CHE METTA A SEDERE TUTTI QUESTI DUCETTI l'un contro l'altro armati (CHE SONO I RESPONSABILI DELLO SFACELO DEL PATRIMONIO ELETTORALE ,UMANO E DI MILITANZA RAPPRESENTATO ANCHE SE NON SEMPRE COERENTEMENTE DAL M.S.I.)
    BASTA CON LE FRATTURE,CERCHIAMO INVECE DI UNIRE LE SPECIFICITA' AD UN PROGETTO VERO DI ALTERNATIVA AL SISTEMA ,BASATO SU UN PROGETTO CHE COMPRENDA LE BELLE INTUIZIONI DI CP,LA TRADIZIONE DELLA FIAMMA,LE REALTA' DI MILITANZA DI FN E DI TUTTE LE ALTRE FORZE NAZIONALPOPOLARI.OGNUNO CON LA SUA ORGANIZZAZIONE UNITI PER UN CARTELLO SOCIALE CON MANIFESTAZIONI COMUNI SACRE DA STABILIRE ASSIEME COME ACCA LARENZIA O LA STRAGE DI GORLA PER UNA REVISIONE STORICA DEL FASCISMO DANDO FORZA AI COMITATI CITTA' MARTIRE DEI BOMBARDAMENTI ALLEATI INIZIATA DAL PROF.NICOLA COSPITO.METTIAMO A FRUTTO L'ENORME PATRIMONIO DEL FASCISMO NON CONTINUAMO A SGRETOLARLO!BASTA CON LE POLEMICHE MA LA TESTA DEI MOVIMENTI PER PRIMA DEVE CAMBIARE PROFILO!!!NON POSSIAMO PIU' TOLLERARE CHE NEL MARASMA GENERALE LA NOSTRA MILITANZA SOFFRA ANCORA ARRESTI ASSURDI PER APOLOGIA LEGATI AL REATO D'OPINIONE E ADDIRITTURA SIA SOTTO LA SCURE DELL'APPLICAZIONE DEL DELITTO DELLA ASSOCIAZIONE A DELINQUERE FINALIZZATA ALLA DIFFUSIONE DI IDEE DI ISPIRAZIONE NEOFASCISTA!!!CARI CAMERATI PER INIZIARE OTTIMO IL PRINCIPIO "MERLINO"EVOCATO DA IANNONE MA PER UN FINE DIVERSO, PIU' ECUMENICO, COINVOLGENTE DI TUTTE LE REALTA'COINVOLTE NEL CHIACCHIERICCIO AL FINE DI SUPERARE LA VIS POLEMICA E SI AFFERMI LA VIS ET HONOR!
    CAMERATESCHI AUGURI PER UN IMPRIMATUR DEGNO !
    CAMERATA MAURO CHIRIZZI (ACCOUNT FB MAUROAPULIEN)340/7826364

    RispondiElimina
  35. Attaccare CPI fa comodo, perchè a differenza di chi ha inventato sigle e siglette(poi parla di onnipotenza degli altri) e non ha raggiunto il suo scopo, la voluta risonanza,i numeri sognati, soddisfa la loro gastrite. Forse non è chiaro che CPI si è presentata al raduno di Monte Livata porgendo l'avambraccio(mi chiedo se chi contesta e fa topic da Divina Commedia c'era a Monte Livata) e la sua disponibilità, CPI si è mostrata favorevole al corteo unitario per Acca, solo che si omkette il fatto che qualcuno ha specificatamente detto, sfaldando l'iniziativa, "I TEMPI NON SONO MATURI!". Detto questo CPI ha preso la sua posizione continuando a partecipare ad acca Larentia, come gli ultimi anni, in modo composto senza vessilli e bandiere, in cammino silenzioso omaggiando e rompendo le file. STOP! Non è CPI che ha rotto le intenzioni, dove si sarebbero tuffati nel nome del cameratismo sfruttatori d'immagine che oggi banchettano sulla schiena di CPI stessa, allora alla luce di questo dov'è il problema, che c'entra CPI. E' logico che vista la risposta senza senso"I TEMPI NON SONO MATURI!" allora un movimento abituato ai fatti e non alle perdite di tempo da prima repubblica per far posto a protagonismi e prime donne tra le quali mediocri passati, fa da solo. Decisione pratica e lineare, invece i delusi del circo mancato, della gita a Roma, caricano a bastoni, rimembrando collusioni PDL e cazzate varie. Personalmente dopo quello che quotidianamente CPI sta passando, dove NESSUNO di chi banchetta ha dato solidarietà o si è proposto per un'azione di sostegno a questa comunità dove mezzo parlamento chiede lo scioglimento e la magistratura fa il suo compitino arrestando senza regole e radiando per faziosità, beh signori e per alcuni camerati, se famo come cazzo ce pare non deve essere una colpa. Fa comodo parlare di unità, quando passate ogni giorno a vomitare gli stessi contenuti sulle collusioni, quando non avete argomenti e vi rifate giocando sulle spalle di chi invece fa. Fa comodo tutto ciò e dobbiamo dirvi anche grazie o chiedere scusa, qui sta il vostro paradosso, qui sta la vostra anomalia, la vostra contraddizione. Avete pisciato per anni su CPI e pretendevate rispetto, vi siete inventati sigle e siglette di continuo litigando anche tra voi stessi e usando come argomenti sempre CPI e PDL osannando FN, senza mettere in discussione voi stessi, alla luce di questo pretendete rispetto e considerazione, per chi non lo sapesse la frase riportata prima e che ripeto "NON CI SONO TEMPI MATURI!" è stata riferita verso CPI, quindi se il corteo non si fa in modo unitario non venite a vomitare lo stesso pasto verso di noi, ma mangiate su altre schiene. Rispondo poi a questo signore che cita questa frase:"Chiedere a me, e agli altri, eventuali proposte diventa poi un autogol. Non siete voi quelli che amano definirsi fascisti del terzo millennio e che sostengono di detenere la bussola indicante la giusta direzione?"....
    Non sei tu Martorana che hai fondato un Partito chiamato NUOVO ORDINE NAZIONALE, non sei tu che vuole mettere ordine in questo paese?
    Mi chiedo poi se tu Martorana c'eri a MOnte Livata, se eri presente ed hai visto la disponibilità di CPI.
    Non replico e lascio spazio ad altre chiacchere, facendo tesoro della linea scelta da Gianluca, non perdo tempo.
    Fabrizio Lai

    RispondiElimina
  36. Il bello è che Martorana RISPONDE, come se il messaggio di Gianluca fosse diretto a lui, come se qualcuno l'avesse preso in considerazione anche solo per insultarlo...

    RispondiElimina
  37. mamma mia che tristezza,,caro Murelli mancavi solo tu.

    RispondiElimina
  38. Mi sembra che tra i vari commenti, quello di Murelli risulti quello piu' apprezzabile anche se non ne condivido l'idea del tesseramento. Pero' si, in merito agli attacchi ingiusti da parte dei mass media a CPI questi effettivamente ci siano stati.
    Per il resto devo dire noto in molti altri commenti il solito delirio di onnipotenza autoreferenziale di qualche casapoundista da un lato (...... come se non fosse possibile fare dell'associazionismo altrove, anzi magari addirittura al di fuori dell"area"!)e i soliti vaneggiamenti e richiami che io definerei castranti ed inutili dall'altro ( invasione allogena, ancora con la storia dello ius sanguinis, etc).
    L'Anonimo che rimprovera agli altri di non aver idee e proposte ( probabilmente e' cosi' arcisicuro che gli unici al mondo ad averle sono quelli di Cpi) con le risposte che sono arrivate dopo, ha (forse) trovato terreno fertile.......................



    Ago

    RispondiElimina
  39. la tristezza sta in chi per dire qualcosa di inutile si nasconde nell'anonimato. Nel bene e nel male io ho sempre messo avanti la mia faccia, sopra tutto quando ho assunto il ruolo di critico, di quello che non era d'accordo. Quindi, PER FAVORE, se qualcuno ha qualcosa da dirmi si presenti: è l'ABC della dignità.

    RispondiElimina
  40. Ancora si fa finta di niente e si guarda all'orticello del vicino. Se viene sempre ripetuto che CPI e i suoi militanti soffrono di delirio autoreferenziale e onnipotenza, detentori di idee,solo CPI fa. Dall'altro rileggendo altrui post di voi che commentate CPI con astio e bile, propri siti e programmi, tag di foto per banchetti, tag di foto con sfondi col Duce e il tramonto, foto col fez in testa, foto di riunioni con tavolata pannello e due nazisti dell'Illinois sull'attenti al lato, spiegazioni sotto le foto che ricordano il sangue nobile fascista a differenza di chi si è venduto al PDl, alle banche , alle loggie, ad altri movimenti tranne il proprio, insomma signori miei andate a fare un esame di coscenza. Non andate a cercare il pelo dove in casa vostra c'è un parrucchino. Qui la campagna dello sputtanamento è conseguenza dell'infamia dell'altro. E' d'obbligo oggi dover calunniare e sminuire, chi la dura la vince e porta punti al proprio simbolo! La differenza comunque sta sempre nel chi vive dietro i tasti e la sua pochezza militante e chi invece è in strada e fa i fatti. La differenza sta in chi sta a guardare e piscia sempre contro chi quotidianamente avanza. Se un movimento cresce in modo esponenziale anche all'estero, se un movimento ha una risonanza inverosimile nelle scuole ed università, ci sarà un motivo no? E' elementare chiedersi perchè non succede anche agli altri movimenti, perchè c'è tutta questa differenza e risonanza. Invece gli altri continuano sempre nel gioco della gogna, parlano di umiltà, di condivisione e leggi sempre le solite stronzate. La cosa importante comunque è che ogni giorno nasce un movimento nuovo, riunioni d'intenti nuove, confederazioni nuove, che puntualmente crollano nella loro eutanasia e gara di prime donne.Finito l'evento del momento, via tutti rivomitare le stesse frasi contro CPI il PDL Fini, tutti nello stesso calderone di infamie. Provate a fare veramente qualcosa di nuovo che attiri l'attenzione anche delle nuove generazioni, provate voi ad essere più umili e condividere una linea che non ha mai dimenticato ma che avanza portando aria fresca, provate a non ragionare sempre sui titoli e scale gerarchiche da sezioncina, provate a non fare del vostro vessillo uno strumento di marketing e franchising per mettere bandierine sulla mappa, provate seriamente a non fare i culi di pietra sulle poltrone di casa o dell'ufficio a consumare tasti, provate a rimettervi in discussione e rischiare realmente. Non è una comunità giovane che pecca di poca umiltà, non è una comunità giovane che chiede il nuovo che pecca di onnipotenza, lo fate voi con le vostre distinzioni e demagogie putrefatte, lo fate voi con i vostri protagonismi e bisogni di titoli. Cominciate voi a rimettervi in discussione, come abbiam fatto noi dall'80 fino ad oggi diventando unicamente movimento libero dai partiti, dalla schiavitù degli spicci, dal capopartito o caposezione da geriatrico, dall'essere merce di scambio, dall'essere utilizzati a proprio bisogno. Se la nostra colpa è questa, quella di rinascere e crescere, allora restate nelle vostre convinzioni e buona fortuna. Almeno pensate al vostro futuro in modo coerente e non sulla pelle degli altri.
    Fabrizio Lai e parlo sempre a titolo personale!

    RispondiElimina
  41. da oggi mi è caduto un mito, Maurizio Murelli. Abbracciando CPI hai tradito ORION

    RispondiElimina
  42. sull'immigrazione la vostra posizione è la RESA...diciamolo chiaro, e quindi vi resta la battaglia sul sociale a favore degli ultimi...cioè degli ultimi immigrati e non certo per gli Italiani...voi siete altro, fidatevi, voi con la cosidetta area non avete proprio nulla da spartire ormai da un pezzo...buon viaggio

    RispondiElimina
  43. X Fabrizio Lai..... Io posso anche rispettare CP ma perchè negate l'appoggio al PDL? Quando ci sono le elezioni non è vero che si appoggiano i loro candidati? Vogliamo scommettere che alle prossime elezioni del sindaco di Roma casualmente appoggerete Alemanno? Non è vero che alle ultime regionali nel Lazio avete appoggiato la Polverini? Non avete decine di consiglieri comunali eletti nelle file del Pdl? In questi anni di governo Berlusconi avete mai fatto un comunicato o qualche azione contro il governo? Io non mi ricordo poi può darsi pure che sbaglio e felicissimo di ammetterlo.Ripeto uno può fare quello che vuole però non vantarsi di essere un rivoluzionario e poi andare a braccetto con il sistema tutto quà. Cordiali saluti Francesco da Roma

    RispondiElimina
  44. È vero, Murelli abbracciando Cpi ha tradito Orion. Che, ricordiamolo, era un noto organo white power, anticomunista viscerale e volto all'unità dell'area... vero Maurizio? ;-)

    Adriano

    RispondiElimina
  45. **da oggi mi è caduto un mito, Maurizio Murelli. Abbracciando CPI hai tradito ORION**

    Ma firmarsi proprio no eh?

    E poi, guarda, io non sono sull'altare dei miti. Se vuoi trovarmi cercami nelle retrovie, nella logistica, dove si sgobba anche con la ramazza... e senza che poi vengano stilati verbali di lavoro, delle cose fatte. Certo, è vero, sono anche pubblico, dico la mia, faccio emergere qualche pensiero o qualche opinione, ma si tratta di cose complementari. Fatto *12 ore di lavoro politico*, per un terzo di queste ore mi trovi con la ramazza in mano, persino a sgombrar cessi se serve. Quindi come *mito* non sono proprio adatto, credimi.

    RispondiElimina
  46. E poi, in riferimento agli strateghi e ai puristi, quindi alla questione CPI - PDL (che non so neppure in quali termini stia ma che non mi scandalizza neppure la peggiore delle ipotesi/accuse qui postate)vorrei porre due sole domande:

    1) Si conosce la differenza che passa tra OPPORTUNITA' e OPPORTUNISMO?

    2) Veramente, al di là dell'opinione che ognuno può avere dei militanti di CPI e del suo capo, c'è qualcuno che pensa abbiano l'animo del pidiellino? Mah!

    RispondiElimina
  47. Per Francesco da Roma:

    Visto che chiedi di "un comunicato o qualche azione contro il governo" e che se sbagli sarai "felicissimo di ammetterlo", ti accontento, attendendo di seguito le tue scuse:

    - Azioni e prese di posizione pubbliche contro il decreto Ronchi, voluto e sostenuto dal governo, per provatizzare l'acqua, con esplicita posizione in occasione del referendum.

    - Manifestazione nazionale a Bolzano, tra gli eventi più importanti della storia di Cpi, contro la svendita dei monumenti italiani attuata dal ministro Bondi per salvare il governo.

    - Battaglia contro la riforma Gelmini: do you know Piazza Navona?

    - Azione a Parigi contro la guerra in Libia. In quella occasione, un nostro documento pubblico e liberamente consultabile chiariva: «La politica dell’attuale governo in politica estera è risibile, sconclusionata, attendista, pavida come nella miglior tradizione badogliana. Il disonore causato da simili atteggiamenti è inaccettabile. Del resto, non esiste comunque per noi al momento una formazione politica o una coalizione che abbia a cuore la nazione, a parte CPI. Comunque non ci interessa chi governa» (http://www.ideodromocasapound.org/?p=198)

    Eccetera eccetera.

    Delle prossime elezioni a Roma ne riparleremo a tempo debito. Per il momento ti rimando all'elenco delle nostre occupazioni sgomberate...

    Adriano

    RispondiElimina
  48. Per Francesco da Roma, essendo CPI un movimento indipendente, quindi non un partito appoggiamo qualsiasi partito o lista che combatta le nostre battaglie. Abbiamo spinto nelle varie candidature con il MUTUO SOCIALE appoggiando chiunque ci desse una mano nel proporlo.Ciò è avvenuto in diverse regioni ed in alcune abbiamo vinto ed è passato.Nel Lazio è passato anche con il sostegno de LD, anche se ancora deve sbloccarsi. Se arriva il PD o chiunque altro a battagliare le nostre stesse, noi siamo pronti a proseguire la marcia. Poi ripeto sempre a Francesco, tolte le liste del PDL, soprattutto a Roma, avevi altre alternative? In Italia Francesco sai dirmi chi avrebbe appoggiato le nostre battaglie? Siamo un movimento che sta crescendo, le nostre liste indipendenti non avrebbero avuto impatto(grazie anche a chi oggi urla per l'unione e sotto elezioni ce pisciava addosso) e non avremmo raggiunto lo scopo del nostro progetto sociale, ci siamo riusciti e questo conta. Presentarsi nelle altrui liste, non significa essere sottoposto o schiavo o colluso, significa "io entro in lista tua perchè tu mi devi appoggiare la battaglia", se lo fai bene se no non mi presento. Questo è il unto focale dove CPI è indipendente e decide, non dobbiamo spicci a nessuno. Se oggi non si è in grado di capire questa differenza, si resta nell'inedia e non vinceremo mai.
    Fabrizio

    RispondiElimina
  49. Vabbe', fa piacere che in tempo di risse continue si sdrammatizzi anche un po' e la si butti sull'ironia. Stavolta quoto il Casapoundista Adriano!



    Ago

    RispondiElimina
  50. Ammazza quanti rivoluzionari,tocca solo sperare che nel caso in cui si faccia stà rivoluzione non abbiano preso altri impegni :)

    Algiz-cb

    RispondiElimina
  51. @Murelli. Mi potrei firmare ma cambierebbe poco, perchè sono uno dei tanti militanti, dal passato 'mediocre'. Eri, comunque lo sei ancora, un mito perchè sono cresciuto con le indicazioni di quello spelndido mensile. perchè ho capito la geolocalizzazione degli scenari politici di allora ed è stato preveggente sugli scenari dell'ultimo decennio. Perchè era fortemente anticomunista e soprattutto nello stile. Parlavate dell'Anarca, come libero soldato dello Ppirito. Murelli, mi spieghi che c'entra CPI con Orion?? una evoluzione CULTURALE??? GIAMMAI!!! un modo nuovo di essere militante dell'Idea?? SIAMO COMPLETAMENTE ALL'OPPOSTO. Noi ascoltavamo 'terra di thule' loro una musica molto simile al punk/hardcore. Allora si parlava di Stirpe e Sangue e loro fanno promozione sociale(ma promozione di democrazia) nei confronti degli immigrati clandestini). Noi, già allora, volevamo superare la vetero etichetta di fascisti e loro si definiscono fascisti del terzo millennio. E' normale che si alimenta un clima di odio in una Nazione come la nostra la cui carta nasce dal tradimento dell'8 settembre. Loro odiano i comunisti ma si comportano come loro e ne hanno ereditato il concetto di occupazione e il barbaro odio verso il nemico. Insomma, caro Murelli, non hai bisogno di metterti un vestito nuovo per affermare la tua libertà

    RispondiElimina
  52. In tutta questa storia chi ci ha rimesso di più in termini umani e di tempo sono le persone serie, il resto è solo comizio, ognuno con le sue interpretazioni e le sue verità, ognuno con la voglia di mettere in risalto gli errori degli altri ma mai per chiedersi cosa si poteva fare di meglio e di più per dare corpo a delle iniziative comuni, ognuno ad imputare il fallimento ad altri, tutti molto attenti a sfilarsi al momento giusto ed altri a forzare la mano con inziative personali in un crescendo da commedia pirandelliana.
    Per me che ho preso parte a quasi tutte le riunioni avvenute ad Acca Larentia è sicuramente un fallimento del quale non sono vittima, ma nonostante tutta la mia buona volontà, artefice perchè il fallimento è da considerarsi comune nessuno escluso e a questo punto è anche giusto che ognuno continui nel proprio cammino con i propri tempi e le proprie risorse senza che si levino cori di disapprovazione o concilianti consigli, che sono legittimi solo quando richiesti.

    Cesare Massimo Ruggeri

    RispondiElimina
  53. Personalmente questa disputa sull'unità del corteo, ha perso il vero significato del PRESENTE, ha tralasciato il momento di cordoglio e ricordo nonchè di riflessione per i nostri caduti. Sono stati usati a mio avviso, per creare un evento mediatico dove tutte le parti avrebbero attinto per visibilità, propaganda, becero protagonismo e rilancio della propria immagine. Dire ad una proposta d'intenti "Non vogliamo, i tempi non sono maturi", vuol dire primeggiare in campo organizzativo, quindi volere il primato nell'iniziativa. Detto questo poi, tutti i movimentucoli detentori del fascistometro, avrebbero cominciato il giorno dopo a mercificare e unire in tag a destra e manca foto del corteo con sovrapposto il proprio simbolo. Rigenerandosi con l'ausilio di chi milita tutti i giorni ed ha rilevanza, quindi sfruttando l'altrui sforzo organizzativo e d'ordine per farselo suo e pubblicizzarlo come risultato della propria partecipazione. Il vedere strumentalizzato queso momento importante è la più grande porcata che si possa fare. Il problema che molti non si sono posti, è che si tratta della piazza romana, fulcro della militanza nazionale e fucina dei movimenti. In questa città, ricordando i caduti romani ma anche (come tutti i Presente organizzati fin d'ora)quelli italiani tutti, ci sono ad oggi diverse realtà. Il 2008 è stato l'ultimo anno, poi nessuno ha pensato ad un corteo unico. Nel 2008 furono i militanti di Fiamma Tricolore che organizzarono l'ultima fiaccolata, già allora FN si era distaccata, la stessa che oggi misura i tempi. E' una piazza difficile, soprattutto quando gli utili idioti dell'area starnazzano per sentito dire, perchè fa figo alimentare la tensione e la divisione. Penso la cosa migliore sia quella di mostrarsi ognuno nelle sue fila in modo compatto e silenzioso, senza bandiere o simboli del proprio partito o circolo, come fa CasaPound. Ognuno ha il suo spazio arriva , porge omaggio ai caduti e se ne va. A Roma poi tra le diversità ci si conosce e non è mai successo nulla di che, dopo il saluto ci si sofferma a condividere e salutare altri camerati, com'è giusto che sia. Per questo penso che il modo migliore sia presenziare in dovuto silenzio, salutare e compostamente andar via....

    RispondiElimina
  54. io ancora non ho capito a chi di preciso si rivolge Iannone quando parla di destra. Chi sarebbero le persone o i partiti d'area che avrebbero offeso o parlato male di CPI? Chi sarebbero questi che definisce invidiosi e non solo? Onestamente non mi è capitato di leggere niente a riguardo, andando su internet, quindi non capisco a chi si sta rivolgendo. Quantomeno sarebbe opportuno fare i nomi, giusto per chiarezza, altrimenti sono grida al vento.

    RispondiElimina
  55. Anonimo, insisti....
    Sinceramente io non credo debba spiegare o giustificarmi e non credo sia questo il luogo per entrare nel merito della sostanza di CPI. Mi metto dunque a latere della questione e te la canto su questo binario:
    Orion (io, anche, dunque) è sempre stato dalla parte dei perseguitati. Per questo per esempio (e non fammene fare altri) da sempre e fino all'ultimo è stato dalla parte dei palestinesi. Domanda: stanno perseguitando CPI si o no? Datti la risposta da solo e mi auguro per te che sia autentica. Io poche volte mi sono commosso ad una presentazione, anzi, diciamo 2.

    Una fu in occasione nel ventennale di Orion, CPI mi invitò. Fui ricevuto a Roma come un re e mi organizzarono una celebrazione che mi lasciò senza fiato e senza parole. La sala piena di giovani fino all'inverosimile, fin sulle scale e poi sul terrazzo... C'erano persone come Dimitri, Adinolfi, tanto per dire....

    Seconda: fu la presentazione di *Popoli* fatta da Franco Nerozzi qui a Milano. Io ero tra il pubblico e Franco disse testualmente che se esisteva *Popoli* questo lo doveva a Orion e a me che l'avevo ispirato. Puoi capire... con quello che poi è stato in grado di fare lui riconosceva a me in un qualche modo la paternità!

    CPI e Popoli: ti dice niente? Come se un cerchio si fosse chiuso. Ho capito che forse in qualche modo ho avuto dei figli. Che come tutti i figli poi, se vogliono diventare grandi, devono (nietscheanamente) compiere parricidio. Hanno la loro strada, si filano la loro avventura. Ci sono altri che marcano e segnalano riconoscimenti a Orion e hanno fatto un'altra strada, così come io continuo la mia pur sentendo il dovere etico di schierarmi e, così facendo, raccogliere perplessità e disapprovazione da chi? Non lo so. Da anonimi. Spesso ho visto giusto... Chissà forse anche questa volta. Tempo al tempo, io sono un maratoneta, ho il passo pesante di un alpinista. Non sono un cetometrista. Il mio traguardo non lo valuto vicino. Manco lo vedo. So solo che c'è e il mio percorso passa anche dalla decisione odierna che tanto ti scandalizza. Non devo niente, non mi aspetto niente, e quindi credo di aver dato anche troppe spiegazioni.
    Alla prossima...

    RispondiElimina
  56. mah...ma come si fa a farsi del male così. l'ho già scritto, Acca Larentia è anche "cosa intima"...
    ma certo attraversare via Tuscolana con i tamburi ed il silenzio rispettoso dei cittadini affacciati alle finestre è stato impagabile...non si "vuole" che questo miracolo si ripeta? non lo capirò mai.
    vabbè, ripeto, è anche "cosa intima"...non mancherò mai finchè campo...è anche semplice partecipare, è emozione, è impegno, è esserci...
    Ferdinando Parisella 55 anni, a cui piace "il fare"...e CasaPound fà, non tutto condivido, ma fà...

    RispondiElimina
  57. Indecoroso spargere accuse su presunti giannizzeri salariati da qualcuno e lasciarli nello anonimato.La mancanza di nomi,denota la mancanza di coraggio,. se realmente l'accusa di Iannone fossero veritiere.La seconda opzione,se le accuse fossero infondate,tali azioni prodotte dallo Iannone, operano con l'intento di spargere zizzania. Marino santopaolo

    RispondiElimina
  58. che tristezza,se penso a tutti coloro che rimarranno dentro CPI preferendo i sproloqui di un esaltato democratico e sovrappeso rispetto alla tradizione.Per me proprio si sta andando verso il baratro,anzi CPI è proprio espressione stessa del declino.
    Si chiamano "camerati" e non mettono mai in discussione le scelte politiche SBAGLIATE prese dai loro capi: alleanze con gruppi partitici antifascisti,alleanze con palazzinari e mafiosi,convegni con ex socialisti maiali,vigliaccheria diffusa a tappo dell'invasione alloctona.
    Insomma CPI è la vergogna dell'area,meglio soli che nel più grande (?) movimento di centro sinistra d'Italia. Molti compagni si staranno divertendo: meglio Fascinazione di youporn per i compagni.
    Ugo ti supplico non dare spazio a questi infami,fallo per noi,fallo per chi crede ancora in questo paese!!!!!
    Soldato

    RispondiElimina
  59. Maurizio è un esempio di grande stile.Toccherebbe riflettere bene sulle cose che sta scrivendo per cercare di capire un minimo cos'è CPI.

    Algiz-cb

    RispondiElimina
  60. Chiacchierare meramente di meriti e oneri da rispettare, rispecchia un torto verso chi si è speso con senso del dovere, con agire metapolitico al di sopra delle righe, al di là delle etichette.

    Per chi non lo sapesse Casa Pound non è una bolla di sapone, e non è neanche solo una scritta a caratteri cubitali: è essenzialmente l'anello mancante a una "religione" su cui troppo spesso si è puntato contro il dito.

    La "fede" non si discute, l'atto che implica l'adesione all'etica del comune sentire può inficiare di tanti ripensamenti, ma alla fine sono i fatti a contare.

    Iniziamo a mettere i puntini sulle "i".

    Riflettere innanzitutto troppo a lungo su di un paradosso è lungamente controproducente, impolitico e quindi non "di destra".

    Essere e pensare "di destra", come ricorderebbe G. de T., già somiglia a non inclinare il proprio verbo su rette differite nel nodo cruciale del discorso, ovvero incontrare sul percorso troppi incidenti dialettici.

    D'altronde, lo diceva l'altro giorno su radio 24 un giornalista, rivolto a un rappresentante dei G.D.: "se sei giovane non puoi caricare gli altri di ansie, prolissità. Devi farti promotore di entusiasmo".

    A maggior ragione M.M. interpreta alla grande un pensiero giovanile pregno di fecondità, facondo nella maniera giusta.

    I proclami che leggo annebbiati dall'odio ideologico delle peggiori risme, e dalle rime bestiali tutt'altro che anacoretiche, sono sintomo di un benessere diffuso malamente; per dirla parafrasando un autore francese, siamo vittime di una dittatura travestita da buon samaritano, ovviamente odiata solo nei meandri più criptati dell'animo.

    Prima di parlare e giudicare un qualcosa, bisognerebbe conoscere, ma ancor prima, identificare con l'azione il volto che si vuol dare a quella cosa.

    Qualora si volesse lasciare un'impronta negativa, evidentemente si finirebbe con l'avere una coscienza sporca, e allora si sarebbe scientificamente declinati a danneggiare, o nella migliore delle ipotesi, portare al proprio mulino più acqua, tralasciando il particolare che allora sarebbe troppo tardi per depurare il fatto.

    Non abbiamo bisogno di H2o, ma di fuoco, per commisurare il grado di fedeltà che ci accomuna e ci aggrada alla stessa temperatura ideale.

    "Più cameratismo, meno isolazionismo".

    Credo siano due sentimenti contrapposti, non fosse altro che un'amicizia complice è nemica di un narcisismo sterile e destinato a fallire sempre e comunque miseramente.

    RispondiElimina
  61. X Adriano e Fabrizio Lai

    Quindi vuoi dire che voi avete fatto opposizione al governo Berlusconi?
    - Azioni e prese di posizione pubbliche contro il decreto Ronchi, voluto e sostenuto dal governo, per provatizzare l'acqua, con esplicita posizione in occasione del referendum-
    Ci mancava solo che foste a favore della privatizazzione dell'acqua!

    - Manifestazione nazionale a Bolzano, tra gli eventi più importanti della storia di Cpi, contro la svendita dei monumenti italiani attuata dal ministro Bondi per salvare il governo-

    E' stata una presa di posizione contro un singolo Ministro del governo.Non ve la siete presa con il PDL ma solo contro una singola persona chiedendo le sue dimissioni.

    -Battaglia contro la riforma Gelmini: do you know Piazza Navona? -

    Questa è l'unica seria battaglia che avete portato avanti anche se all'inizio con molta più determinazione poi pian piano è andata scemando perchè come detto dal vostro rappresentante del Blocco Studentesco Francesco Polacchi non tutta la riforma è da buttare

    - Azione a Parigi contro la guerra in Libia. In quella occasione, un nostro documento pubblico e liberamente consultabile chiariva: «La politica dell’attuale governo in politica estera è risibile, sconclusionata, attendista, pavida come nella miglior tradizione badogliana. Il disonore causato da simili atteggiamenti è inaccettabile. Del resto, non esiste comunque per noi al momento una formazione politica o una coalizione che abbia a cuore la nazione, a parte CPI. Comunque non ci interessa chi governa» (http://www.ideodromocasapound.org/?p=198)-

    Fino al momento del bombardamento contro la Libia avete avuto più di una volta parole d'elogio per la politica estera di Berlusconi in chiave filoRussa o sbaglio?

    Non ti sembra un pò poco come opposizione? Saluti Francesco

    RispondiElimina
  62. onore a Forza Nuova che si presenta a tutte le elezioni con il proprio simbolo e non sotto i simboli altrui.

    RispondiElimina
  63. Uso questo forum per la prima volta e premetto che essendo all'estero da vari anni molto sicuramente mi sfugge della reata' italiana , cio' premesso:
    - Casa Pound negli ultimi anni ha rappresentato un innegabile novita' positiva, in particolare per i giovani, sia sul piano delle azioni che su quello estetico-propagandistico, pero' mi chiedo perch'e il sostegno quasi generalizzato al PDL ?
    In certi casi magari anche utile e pragmaticamente giustificato, ma in altri sinceramente fuori luogo, penso per esempio al sostegno alle Regionali in Lombardia a tale "semi-picciotto" Buscemi mille anni luce lontano dal mondo ideale evocato proprio da CasaPound. Non era meglio allora sotenere un ragazzo qualunque che si presentava per esempio con Forza Nuova?
    - A proposito proprio di Forza Nuova, un po' piu' "irrigidita" rispetto a CPI ha scelto la strada prgamatica di partecipare sempre da sola alle elezioni peraltro con scarso successo, pero' penso che sia una strada necessaria ed utile, il nostro mondo ha bisogno di una struttura autonoma anche dal punto di vista elettorale, al di la dei risultati. Penso che non sia utile oggi fornire braccia ed idee a mondi a noi estranei, l'idea dell'entrismo "trozkista" e' praticabile solo da piccoli gruppi locali e da persone particolarmente formate e non su scala nazionale, il rischio ripeto e' di sprecare energie ed idealita' a favore di figure di terzo piano del sottobosco partitico.
    Allora l'ideale sarebbe che CPI continuasse la sua attivita' "movmentista" e che alle elezioni inviti a votare Forza Nuova, salvo rare eccezzioni dove veramente il gioco vale la candela, se no tutto il suo discorso "avangurdista" e "futurista" crolla davanti a alla peggiore suburra Pidiellina.

    - un saluto a Maurizio Murelli che ha operato sempre per creare legami, passereelle e contatti all'insegna dell'impersonalita' attiva e che quindi in questo momento sostiene giustamente una realta' vivace come CPI.
    Caro Maurizio anch'io sono un tuo "figlio minore" e ti saro' sempre grato per il tuo lavoro di formazione all'epoca di Orion, pero' proprio sulla scorta dell'esperienza passata penso che sia veramente utile l'esistenza di una realta' autonoma del nostro mondo sia dal punto di vista organizzativo che elettorale che nulla chiede e nulla da' agli avversari/concorrenti

    Buon 2012 a tutti

    RispondiElimina
  64. Che tristezza questa CP.. adesso il povero Iannone si agita perchè vuole uscire dal baratro della destra radicale... mah molto strano e prima dove andava ad attingere ??? Mi sembra che il caso di Firenze sia emblematico e significato.. forse non essere piu riconosciuto a livello nazionale e non prendere qualche denaro dal Pdl e soci chiaramente destabilizza e crea agitazione. Uscire dando degli infami.. mah, di solito quando si parla di infamia si fanno i nomi.. comunque un abbraccio a Te Iannone e al tuo mio Alemanno che ti ha comprato Via Napoleone.. la rivoluzione è come il vento!

    RispondiElimina
  65. Anche Forza nuova intrattiene rapporti e fa accordi con singoli esponenti del PDL, non solo CPI...

    Gianluca Inventi

    RispondiElimina
  66. x Gianluca Inventi: FN Non fa accordi con il PDL ne con singoli esponenti di esso (a parte l'errore del 2006).
    Per quello che riguarda i "rapporti" il discorso cambia: se un forzanovista incontra una PDellina gnocca ovvio che ci intrattiene rapporti...

    RispondiElimina
  67. ma qual'è il lavoro di iannone? come campa?

    RispondiElimina
  68. vorrei sapere se Cp paga l'affitto al Comune di Roma per la sua sede?

    RispondiElimina
  69. @ il Camerata Ras: beh allora ci sono anche anche la democratica, la rifondarola (possibilmente con un minimo di oggettivita' e serieta' storica)la sellista, la dipietrista, la leghista, la fiammista e perche' no pure la futurliberista gnocca con cui intrattenere sani e graziosi "rapporti"....sperando PER TUTTE di trovarvi anche un po' di sale in zucca..............


    Ago

    RispondiElimina
  70. "Ugo ti supplico non dare spazio a questi infami"
    Tacci di infamia gli altri e blateri senza firmarti. Sei un imbecille.

    Anonimo delle 08.15 gli abbracci si danno di persona. Quando troverai il coraggio, sai dove trovarci.

    "vorrei sapere se Cp paga l'affitto al Comune di Roma per la sua sede?"
    Dovresti sapere che la sede di CPI è in un palazzo OCCUPATO. Queste domande da provocatore/complottista di quart'ordine ti qualificano.

    Per quelli che chiedono i nomi..pietà per voi e il vostro istinto da shampista.

    Per quanto riguarda gli zombi dei vari movimentini/partitelli..no, scusa io, non voglio sparare sulla croce rossa.

    Finita Rosadi

    RispondiElimina
  71. Come campa Iannone sono cazzi suoi, ma mi risulta abbia una sua attività.

    Quanto al genio che chiede se Cp paga l'affitto, lo rimando a un qualsiasi dizionario alla voce "occupazione"...

    RispondiElimina
  72. comunque nessuno ancora ha chiarito con chi cè l'ha Iannone? Io non ho letto nessun articolo o comunicato da parte di altri movimenti d'area o di esponenti singoli che possano in qualche misura aver espresso invidia o maldicenze nei confronti di CPI. Quindi mi chiedo e domando a Iannone o chi per esso, con documenti alla mano chi ha detto cosa? Fuori i nomi, fuori le frasi incriminate, così che tutti possiamo renderci conto e giudicare. Altrimenti lo ripeto, sono parole al vento. E poi suggerisco a tutti, incluso a Iannone maggior umiltà, maggior senso di cameratismo, perchè non è possibile che da una parte sono tutti invidiosi e maldicenti, mentre dall'altra tutti santi. E chissà che per quest'ultima citazione non venga pure io considerato bigotto! Poi ci si chiede perchè c'è tanta disunità d'area....

    RispondiElimina
  73. Per Lai e l'anonimo del 2 gennabio delle 10:37.

    Se quanto è stato scritto fosse stato urlato da un palco ne sarebbe scaturito un bel comizio ad effetto, ricco di retorica ma privo di sostanza.
    E come in ogno comizio, anche in questa occasione l'oratore sarebbe risultato l'avente ragione sugli altri, utili colpevoli sui quali emergere.
    Il punto principale per certi oratori da tastiera che negano ogni qualsiasi attività compiuta dagli altri movimenti (medi o piccoli che siano) o ne sanciscono l'inutilità davanti alla maestosità di CPI è che singolarmente valgono solo nel contesto di un numero maggiore di uno. Da soli non sanno neanche come si chiamano a meno che qualcuno non glielo suggerisca. In compenso non perdono occasione per scatenarsi come cani da guardia, anche se in forma caotica, nervosa e molto spesso irrazionale, latrando sul loro podio virtuale verso il presunto nemico. E così facendo tendono a portare un discorso generale verso il piano personale dove, evidentemente, si trovano meglio ad azzannare. Lascio questo "modus operandi" a chi è abituato a parlare con saccenza pur non avendo mai avuto una posizione politica ideale per lanciare strali contro chicchessia.
    Per le cose che mi riguardano direttamente invece rispondo:
    1) Non è mia la frase: I tempi sono maturi", almeno per quanto ricordi. E se ricordo male gradirei sapere quando e dove l'avrei detta o scritta e a proposito di cosa.
    2) A Monte Livata era presente Claudio Modola di Confederatio in rappresentanza del sottoscritto e di altre realtà politiche, come il sottoscritto è stato presente in altri posti (vedi Melfi) in nome e per conto di Confederatio.
    3) Il Nuovo Ordine Nazionale vuole mettere ordine, è vero, ma non pubblica la letterina di Natale che, a quanto pare, è risultata "stonata" non solo allo scrivente. Nuovo Ordine Nazionale è anche un movimento, (e non un partito) che rimane quello che è, piccolo, brutto e irriso da certi ottusi militanti di CPI, perché ha pagato molto cara la scelta di non inserirsi nelle liste dei candidati del Pdl durante le varie elezioni. Anche se siamo un granello di sabbia davanti alla magnficenza e allo splendore della montagna di CPI, la nostra coerenza non può essere messa in discussione. A differenza di altri che devono fare i conti ogni giorno con la propria doppiezza. Poi mi si accusa di fare propaganda se sottolineo un dato di fatto di tale spessore.
    Infine, se qualcuno rivolge critiche o elogi all'estrema destra o alla cosiddetta area alla quale bene o male appartieniamo, si rivolge personalmente ad ogni singolo individuo. D'altronde anche il sottoscritto si è rivolto a CPI in un contesto generale mentre chi se ne è risentito è stato qualche sconosciuto militante da sempre incapace di dividere la politica generale dal piano personale.
    G. Martorana

    RispondiElimina
  74. "per quanto riguarda gli zombi dei vari partiti/partitelli, no guarda io non ho voglia di sparare sulla croce rossa"
    In materia di presunzione e' proprio il caso di dire Come volevasi dimostrare.........., ma al di la' di questo se invece di grupposcoli fossero invece movimenti culturali e d'opinioni che pongano al centro dell proprio progetto la geopolitica e non fossero CPI?? o pensate di esistere solo voi come associazione culturale che non sia partito??
    infine: quando si elogia e si invita tra gli applausi da platea piu' sfrenati personaggi come Scilipoti , Dell'Utri o il Presidente degli industrili della provincia di Napoli, candidato alla Presidenza della regione Campania ( da CPI votato) e poi si parla che "no, preferisco non sparare sulla Croce rossa" e' veramente tragicomico. Purtroppo in questi casi piu' tragico, che comico.................



    Ago

    RispondiElimina
  75. Giorgio M. - Ascoli Picenomartedì 3 gennaio 2012 22:07:00 CET

    Ho letto tutti i post, dapprima con entusiasmo, poi con curiosità, quindi con incredulità ed ora non mi rimane che la nausea. Vorrei capire a cosa tendano le critiche fatte a CPI e con quale presunzione qualcuno si senta in diritto di dire a Iannone cosa debba fare e cosa no. Leggo che qualcuno reclama un'assemblea costituente (!), altri contestano a CPI che si comporta come i comunisti, altri rimproverano di aver avuto parole d'elogio per la politica estera filorussa, altri ancora sottolineano che siano idee vecchie riprese dai punti di Verona (!)...mi vengono le vertigini davanti a tanta pochezza. Ma ci rendiamo conto di cosa scriviamo? La storia del "io sono più fascista di te" deve finire per il bene di tutti e deve prevalere il merito di chi traduce le idee in azioni con coerenza, intelligenza tattica e visione strategica. Chi si appella all'ortodossia lo può fare solo in malafede perché l'Idea alla quale ci rifacciamo è movimento rivoluzionario che mal sopporta gli schemi rigidi e gli slogan datati. Il successo di CPI ha messo tutti noi fascisti anziani davanti una dolorosa verità: in 40 anni non abbiamo fatto nulla, abbiamo aperto e chiuso decine di librerie non conformi, centinaia di circoli culturali, firmato con migliaia di sigle altrettanti manifesti...poi non abbiamo mancato una cena del 28 ottobre e talvolta anche quelle solstiziali...tutto questo solo per saziare la nostra ansia di militante, perché, per il resto, non ha prodotto nulla: tutta la composita "area" ha dimostrato di non essere le uova del drago come avrebbe voluto. Ora mi domando, con queste premesse, chi può dire che avrebbe fatto meglio di CPI? Da 20 anni i partiti non hanno più organizzazioni giovanili e quelle esistenti sono tenute in vita dai figli dei maggiorenti dei partiti stessi; CPI e Blocco invece raccolgono entusiastiche adesioni e, soprattutto, consensi. Parlano anche a quelli che non sono necessariamente "duri e puri" e li avvicinano di volta in volta ai temi che più li coinvolgono. Questo è un male?
    Ho il massimo rispetto per tutti i camerati che riescono ad organizzarsi e me ne guardo bene dal criticare chiunque si dia da fare, ma quando un'organizzazione non riesce ad andare oltre il portone del condominio dove si riunisce, credo che ne debba prendere atto.
    E poi c'è un punto che non è di secondaria importanza: un movimento ha bisogno di riconoscersi in un capo e di riconoscere un capo. Io in quasi 40 anni ho visto intellettuali, uomini generosi, amministratori preparati, manovalanza dal cuore d'oro e camerati di una fedeltà più forte del fuoco. Ma di "capi" ne ho visti pochi...anzi nessuno, fino a quando non ho conosciuto quest'omone col capoccione e la barba: uomo capace di fare una squadra, con la delega e con il riconoscimento delle qualità, con l'esempio e con l'amore per i suoi.
    Se quelli che lo criticano mi potessero dimostrare di saper fare meglio, ne sarei solo felice e guarderei il futuro con più ottimismo.
    Ma le chiacchiere stanno a zero.

    RispondiElimina
  76. finita rosadi ma come campi? che lavoro hai se ce lphai ? e mammina e papino che fanno?
    iannone ha una attività? che sarebbe...?

    RispondiElimina
  77. Certo... sentire Iannone che parla di stipendiati mi fa un po' ridere. Che ne sa lui di lavoro?! Che miserie umane, è proprio il caso di dirlo.

    RispondiElimina
  78. Sputare merda su altre formazioni, pubblicamente, anzichè pensare al proprio lavoro è quanto di più meschino possa esserci. Se, poi, è fatto in forma anonima possiamo tranquillamente parlare di patologia. Mi auguro che fra quegli anonimi non vi siano forzanovisti.
    Saluti

    RispondiElimina
  79. Qualcuno diceva "L'invidia è una confessione d'inferiorità".

    O ancora "L'invidia è il segno sicuro del difetto, dunque se è rivolta ai meriti altrui è il segno del difetto di meriti propri".

    Evidentemente nel dipinto c'è qualcosa che non quadra...

    RispondiElimina
  80. Ultima risposta al Martorana:
    1)la frase"I TEMPI NON SONO MATURI" non è stata detta da te, non buttarti sempre nella mischia non sei importante qui a Roma, la frase è stata detta da un portavoce di rilievo a Roma di un altro Partito.
    2)Non essendo TU a Monte Livata, ma hai delegato, parli sempre per sentito dire, quindi non hai visto de visu la situazione e le sensazioni, peccato tu non ci fossi...
    3)La bile che metti nei tuoi interventi non è politica è strettamente personale nei miei confronti e verso altri militanti di CPI che hanno condiviso le tue boiate scritte sul web,prova ne è il tuo primo intervento qui sopra. E permettimi di dirti che qualsiasi dialogo con una persona che va in giro a fare denuncie è purtroppo strettamente personale visto che mi ha riguardato continuando tu a citare sempre "alcuni militanti", quindi non giocare con le parole. Arrivato dal cielo il richiamo di Gianluca, non te sembrava vero, per ricominciare il giochetto infamante. Si è verissimo lo scrivi anche tu, sei un movimento(prima ti definivi unicamente Partito) piccolo, però quando si tratta di rompere il cazzo all'orto degli altri, spari cannonate rumorosissime. Che dire ritagliati il tuo spazio anche tu in questo circo, fatti leone ancora dai coraggio, fai vedere come ruggisci dietro i tasti te e altri anonimi qui sopra. Avanti non smentirti....nel mentre per cortesia, tu che ti senti "colpito" dal messaggio di Gianluca, tu che sei "bene o male" parte di questa Area, mostra i tuoi trofei le tue grandi battaglie svolte, i tuoi comizi in giro per il mondo, le tue manifestazioni, la tua presenza nelle università e scuole, le tue proteste con folle degne, le persecuzioni del sistema colluso e gli arresti dei tuoi militanti, le tue sedi numerose attaccate e distrutte, gli assalti che hai subito in ogni città italiana dove magari parlavi o presentavi libri. Io resto sempre più basito e impotente di fronte questa ipocrisia. Il tuo rischio qual'è? Qualche video intervista che ti fai da solo sul tuo blog? Un Banchetto una volta l'anno a Foggia con 4 persone? Qualche presenza sporadica alle riunioni altrui(ma ve siete bruciati in partenza pure la)? I copia incolla su facebook di foto e manifesti fatte da altri? Qua le chiacchere stanno a zero, CasaPound e Nuovo Ordine Nazionale sono due mondi a parte e distinti, perchè mettersi a discutere allo stesso livello, perchè cercare rotture de cojoni quotidiane su critiche a cazzo da parte di chi è lontano galassie dall'operatività e scarifici di un'intera comunità. Perchè aggrapparsi sulla schiena di altri per avere pubblicità e risonanza, perchè rompere il cazzo ripetutamente a vuoto verso persone che hanno dedicato TUTTO alla causa ed alla militanza? CasaPound fa 100000000000 il Nuovo Ordine Nazionale fa 0,0000000001 BASTA! Perchè mettere zizzania tra un granello di sabbia e una duna, fattene na ragione Martorana e aggrappati ad altri per stare al centro dell'attenzione. Con te e CPI sarà sempre na questione personale, perchè con te non c'è livello politico che tenga. Dovunque c'è stato il tuo nome, in qualunque iniziativa presa è finito sempre a chinotto e mortadella: MFL, Confederatio, gli scazzi con NDS o Linea Ovest o Confederatio stessa, tutte chiacchere e visibilità, forse il tuo carattere e protagonismo non danno modo di arrivare a conclusioni fattibili, forse non sei tagliato per condividere devi essere sempre protagonista, allora non cercare confronti non ci riesci è impossibile.
    Vai da LD, da FN, da chi te pare, oppure visto che lamenti la tua nausea verso "alcuni militanti sconosciuti di CPI" tu che sei una star, vai da Iannone in persona e digli che la sua letterina di Natale ti ha toccato profondamente come elemento singolo della cosidetta area, presentati fatti vedere magari con la tastiera sotto l'ascella....
    Fabrizio

    RispondiElimina
  81. Con tutto il rispetto possibile... però vedere il Nuovo Ordine Nazionale da Foggia criticare CPI con un "...malata di onnipotenza, di onniscenza e della presunzione di avere capacità sovrumane...".
    Si fosse chiamato Nuovo Ordine "Rionale", "Cittadino" e con qualche azzardo "Provinciale" !!
    Bisognerebbe avere il senso della misura !

    Per le critiche sul Pdl...
    CasaPound appoggia (eventualmente) singoli candidati di qualsiasi parte.
    Non c'è appoggio al PdL ma strategia per approvazione di leggi e provvedimenti. Se un candidato di Rif.Com. fosse disponibile non penso ci siano problemi a sostenerlo.
    Esempio la legge sul mutuo sociale approvata alla Regione Lazio.
    Poi magari sarà ignorata,tradita,disattesa ma questa è politica. Trovarsi all'osteria tra i soliti noti a fare a gara di saluti romani berciando l'oste sicuramente antifa' che annacqua il vino non penso ci sia nulla di interessante o politico.

    Paolo

    P.S. Non sono di CasaPound.

    RispondiElimina
  82. Giorgio M.

    rimango basito davanti a certe affermazioni che ritengo peggiori di quelle latrate da certi cani mastini di CPI. In 40 anni, secondo te, non è stato fatto nulla? Si sono aperte e chiuse solo le librerie e circoli culturali? Si è perso solo del tempo in cene commemorative? E solo adesso vedi il sorgere del sole dell'avvenire grazie a CPI?
    Incredibile!!
    Pur di far apparire oltre misura qualcosa che ha, si, la sua consistenza ma che non è certo il sacro monte degli dei si commettono mistificazioni storiche paurose. Ma scusami, Giorgio M. dov'eri quando sui marciapiedi cadevano i nostri camerati uccisi dalle spranghe dei kollettivi e dai proiettili dei carabinieri? Dove guardavi quando il terrorismo nero si contrapponeva a quello rosso commettendo una serie di errori madornali, (che avrebbero pagato anche le future generezioni di fascisti e pseudo tali), ma il cui intento era comunque quello di sovvertire un sistema già marcio negli anni 70-80? A cosa pensavi quando molti dei nostri camerati ci lasciavano la pelle credendo in buona fede che la lotta armata fosse l'unica soluzione alla tirannia democratica? E Mambro, Fioravanti, Concutelli, Signorelli, Ciavardini, giusto per citarne solo alcuni, non sono esistiti? Facevano le cenette? E per questo si sono fatti decenni di galera? Qui siamo alla follia totale. Pur di consacrare CPI alle vette del fascismo, pur di innondare di merda tutti gli altri, si arriva persino a disconoscere il sacrificio di chi ha creduto in un ideale per il quale è morto.
    Certi commenti sono talmente distruttivi che andrebbero censurati da CPI stessa.
    Ci si dimentica volutamente del fatto che ogni formazione politica che oggi può vantare la propria presenza sul territorio, deve al passato la propria esistenza, in barba alle canzoncine idiote che commettono una vera e propria blasfemia non riconoscendo nel sacrificio degli uomini del passato le proprie radici e alla faccia di coloro che per essi non hanno un minimo di riconoscenza storica e politica. Ora gli amanti di CPI, accecati da chissà quale visione paradisiaca, ci vengono a dire, niente di meno che, da 40 anni non si è visto nulla di così importante ed imponente come il movimento di Iannone.
    Qui andiamo nella patologia più profonda. Ci si dimentica del passato remoto e di quello prossimo. Mi chiedo cosa ci stia a fare alla commemorazione di Acca Larentia se le basi su cui poggia CPI sono queste. Sputa sull'estrema destra, schifa tutti coloro che non portano il marchio di CPI, disconosce la storia alla quale tutti noi abbiamo il diritto dovere di rispettare, e poi va a fare il saluto romano commemorando morti che non riconosce? Allora due sono le cose: o chi scrive certe fesserie non ha il lume della ragione, o se CPI si riconosce in certi commenti contraddice se stessa e mente davanti agli altri.
    G. Martorana

    RispondiElimina
  83. ma perchè scannarsi per movimenti di cui il più grosso avrà si e no 600 militanti di cui 150 stanno tutto il giorno a fare nulla sul forum di vivamafrakka..mah...

    RispondiElimina
  84. Con tutto il rispetto possibile... però vedere il Nuovo Ordine Nazionale da Foggia criticare CPI con un "...malata di onnipotenza, di onniscenza e della presunzione di avere capacità sovrumane...".
    Si fosse chiamato Nuovo Ordine "Rionale", "Cittadino" e con qualche azzardo "Provinciale" !!
    Bisognerebbe avere il senso della misura !

    Paolo ti quoto, d'altronde lui vive (come altri) di luce riflessa per CasaPound, con l'unico scopo di attaccare per farsi della pubblicità di bassa caratura, per NON parlare deisuoi post sempre piu' deleteri.
    Matteo Tricarico

    RispondiElimina
  85. Ma il messaggio di Iannone è rivolto ai Camerati di CP, si è liberi di non concordare ed anche di averlo in antipatia, ma dov'è il problema? Io non sono di CP e non mi sento tra quelli " che hanno smesso di militare in altre formazioni solo perché non li stipendiavano più, quelli che in passato furono graziati nei nostri concerti per atteggiamenti indegni. Anche chi ha un mediocre passato come militante" ma qui pare che molti si sentano inclusi, perchè ci sono cosi tante code di paglia in questi post che si sentono tirate in causa?
    Pedalare sulla propria strada per "fare" politica invece che per sparlarne, sarebbe esercizio ben più serio.
    Abe
    PS. Lasciamo stare i Camerati caduti che non hanno bisogno di camice altrui, avevano la loro ed era Nera !

    RispondiElimina
  86. che tristezza.. manco davanti ai morti si riesce a non essere imbecilli.. FN, CP,PDL.. tutte stronzate. Un conto è la strategia politica, un altro è la condotta etica. Si può fare politica col pdl ed essere onesti, come si può fare politica in movimenti cosiddetti autonomi ed essere delle merde. La verità è che i ras di destra radicale sono TUTTI disonesti e sanno di esserlo.TUTTI. Ed è ampiamente documentabile. Per fortuna migliaia di camerati in tutta italia sono in buona fede e sbagliano perchè si fidano delle persone sbagliate. Abbiate il coraggio di mandare a fare in culo tutti questi cialtroni, anzichè mettere mi piace sui loro post ridicoli scritti dal blackberry e dall' iphone..

    RispondiElimina
  87. Credo che il fatto che tutti credono di avere sempre ragione e di poter criticare tutto e tutti sia il vero problema, credo che la mancanza di rispetto che ho trovato nel riferirsi a Gianluca ed ancor più a Maurizio e Gabrilele indichino l'ego smisurato che la libertà di internet ha regalato a tutti e forse a troppi. Per molti il fatto di militare equivale a poter insultare chi, per capacità o storia, ha già dimostrato di non essere una meteora. Questo problema è in tutto il paese ed è causa della pochezza e della debolezza dell'Italia, tutti troppo impegnati a criticare gli altri, invece di continuare a lavorare a testa bassa fino a che le forze o la vita vengano meno.
    Io ho scelto di seguire CPI, credo che molti che parlano dovrebbero leggere riprendersi tutto, e capire cosa sia CPI, credo che crescere ed andare avanti non vuol dire cambiare, credo che sostenere un qualsiasi politico non rappresenti una resa, quando è la battaglia politica che egli porta avanti che interessa, sono certo di non essere perfetto e ciò mi fa vivere meglio, ma sono certo che questa sia la strada e se dovessi sbagliare lo farò sorridendo!!

    RispondiElimina
  88. Vabbè, a parte il fatto che avevo scritto qualcosa circa il post di Giorgio M., che pèrò non ho visto pubbicato, non è mia intenzione stare a discutere con cani rabbiosi che attaccano a testa bassa trascinando un discorso generico, (e comunque politico), in rissose discussioni la cui bassezza tende sempre a ledere la dignità personale.
    La pensassero come cazzo gli pare. Chi sa solo lagnarsi, piangere e fare la vittima non ha bisogno di risposte, ma di uno psichiatra.
    Per gli altri che accentrano l'attenzione sul Nuovo Ordine Nazionale e non sulle incongruenze del gruppo politico oggetto del tema, ribadisco che del NON si può dire che è piccolo, rionale, infintesimale, ma non certo che ha tradito le proprie idee di base. Il NON ha sempre scartato ogni collusione con movimenti o partiti del sistema. Non si può dire la stessa cosa di chi blattera concetti più propagandistici che logici. Questo è un dato di fatto inconfutabile. Il resto sono solo vani tentativi di arrampicamento sui vetri.
    G. Martorana

    RispondiElimina
  89. Leggo adesso il msg diretto a Giorgio M.
    G. Martorana

    RispondiElimina
  90. Olte l'alzata di scudi che scatta automatica da parte di certi cani da guardia esiste una realtà ben diversa. Chi vuole approfondire l'argomento, chi ha voglia di constatare di persona cosa producono certe prese di posizione sancite con le letterine di Natale e chi non è accecato dalla "luce divina" che emette CPI, constati di persona quale impatto devastante producono determinare scelte che mirano unicamente a destabilizzare un'area da sempre in continuo moto sussultorio:
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/01/03/destra-romana-spaccata-rottura-forza-nuova-casa-pound-lanniversario-acca-larentia/181318/

    G. Martorana

    RispondiElimina
  91. " Mi chiedo cosa ci stia a fare alla commemorazione di Acca Larentia se le basi su cui poggia CPI sono queste. Sputa sull'estrema destra, schifa tutti coloro che non portano il marchio di CPI, disconosce la storia alla quale tutti noi abbiamo il diritto dovere di rispettare, e poi va a fare il saluto romano commemorando morti che non riconosce? Allora due sono le cose: o chi scrive certe fesserie non ha il lume della ragione, o se CPI si riconosce in certi commenti contraddice se stessa e mente davanti agli altri.
    G. Martorana"

    Per favore quando si organizzano certi eventi e certe manifestazioni, fate in modo che sia presente anche questo signore, che abbia potere decisionale e che sia almeno riconosciuto nella stessa riunione. Strano che dall'imperiosità della sua selezione, la cosa anomala sia l'assoluta mancanza del suo cognome nell'elenco dei personaggi degli anni 70/80 che tanto si attribuisce, però sparge certezze e proclami tipo Fatwa integralista islamica sull'integrità del fascio perfetto. Peccato che il possessore di cotanta verità e certezza, sia difficilmente reperibile nelle piazze o negli eventi nazionali di cotanta rilevanza. Sarebbe doveroso riconoscergli un posto di prim'ordine ed una collocazione di rilievo nei quadri di un futuro partito nazionale. Dovrebbe essere veramente l'ultimo degli ultimi, ma non finiscono mai perchè ogni giorno ne arriva uno con il suo nuovo movimento, poi documentandosi si scopre che il suo si chiama Nuovo Ordine Nazionale nome d'impatto e autoritario. Ce ne faremo una ragione!

    RispondiElimina
  92. Martorana non sai più a cosa attaccarti.

    CP sarà come ogni anno ad Acca Larentia. Non ha rinnegato nulla.

    Fai schifo, sciacallo!

    RispondiElimina
  93. il senso di Gianluca era chiaro..staccarsi dalla destra terminale vuol dire evitare anche di rispondere.Perchè ormai questi morti viventi,disperati come sono si attaccano a qualsiasi cosa pur di vivere di luce riflessa.Incluse le polemiche contro di noi.Anzi,soprattutto con quelle.Ignorarli significa lasciarli all'oblio.Questi duri e puri che poi si accordavano di nascosto(sotto banco)o facevano accordi NAZIONALI,per i pannolini alle famiglie gratis(ecco la loro incidenza nel programma del PdL a cui allora stavano SVENDENDO i voti,senza uno straccio di tattica).Che poi tutti ci insultano ma tutti copiano le nostre azioni,di noi poveri sfigati traditori venduti al PdL..chissà come mai,se NON ideamo una Azione e uno Stile noi,non fanno un'azione che sia una in croce.Per il resto:IGNORIAMOLI!Che ci importa cosa fanno loro,anche se ci insultano!Ognuno segua la sua via secondo la propria volontà.E vissero tutti felici e contenti
    Maurizio L'Episcopia

    RispondiElimina
  94. Ho letto con attenzione tutti i commenti e devo dire che lo spettacolo dato è veramente indegno, siete come quelle caricature costruite a tavolino da chi voleva distruggere oltre agli uomini anche le idee, troppi anonimi per essere libere opinioni, per avere a cuore la causa e essere disinteressate. Veramente esempio penoso!!!
    I Duci del nulla

    RispondiElimina
  95. militante "La DESTRA" - Cagliarimercoledì 4 gennaio 2012 17:44:00 CET

    Casapound con le sue politiche su immigrazione e famiglie alternative è di fatto molto vicina al FLI. Non mi pare ci sia molto da aggiungere, nè da obiettare....

    RispondiElimina
  96. Tutti attaccano CASAPOUND e non è vittimismo, è un dato evidente. Il governo, il centro, la sinistra, i centri sociali, i media. Tutti l'attaccano, tutti ci attaccano. Anche la destra quella più bigotta e infame. Anche quelli che hanno smesso di militare in altre formazioni solo perché non li stipendiavano più. Anche quelli che in passato furono graziati nei nostri concerti per atteggiamenti indegni. Anche chi ha un mediocre passato come militante. Oggi questi