Trieste, il segretario di Casa Pound “cacciato” dalla Direzione salute dopo il blitz in consiglio regionale - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

venerdì 7 agosto 2020

Trieste, il segretario di Casa Pound “cacciato” dalla Direzione salute dopo il blitz in consiglio regionale


E’ stato sospeso con effetto immediato dall'agenzia interinale da cui dipende Francesco Clun, il leader triestino di CasaPound che il 4 agosto con una quindicina di altri militanti del movimento ha messo a segno il blitz nell’aula del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, interrompendo la seduta della V commissione immigrazione in corso per chiedere interventi più decisi sul tema della rotta balcanica.
L’apertura del procedimento disciplinare è stata comunicata a Clun da Randstad Italia con una lettera in cui all’esponente di CasaPound, dipendente interinale della direzione Salute della Regione, si contesta di aver fatto ingresso nella sala del Consiglio dove era in corso la seduta della VI Commissione interrompendola, e di aver dichiarato la propria appartenenza politica, procedendo poi "alla
lettura di un testo sulle politiche in tema di immigrazione mentre nel frattempo il resto del gruppo esponeva le bandiere italiane". Una condotta che, sostiene l’agenzia interinale, è in contrasto con il codice di comportamento dei dipendenti della Regione.

Ecco il video del consigliere regionale della Lega, l'isontino Calligaris che dà loro degli ignoranti perché hanno sbagliato soggetto ma p'oi fa il ganassa: guardate che io gli sparerei tranquillamente ai migranti: 

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700