Castellino il vandeano: domenica in processione nonostante i divieti - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

mercoledì 8 aprile 2020

Castellino il vandeano: domenica in processione nonostante i divieti

"Pochi minuti fa la Questura di Roma ci ha notificato il divieto di manifestare domenica". Lo rende noto un comunicato stampa diffuso questa mattina il leader romano di Forza Nuova, Giuliano Castellino,  Un esito scontato, visto la durissima campagna in corso per assicurare il contenimento del contagio da COVID19 impedendo i contatti tra le persone, attraverso la reclusione di massa
"Questa - prosegue la nota - la risposta solerte e immediata al nostro grido di libertà, che non può essere soffocato da nessun provvedimento o decreto, da nessuna quarantena o dittatura, presente e futura. Soprattutto con le notizie che arrivano in questi giorni dalla Lombardia, che ci inorridiscono!"
" DOMENICA - grida Castellino - NON POSSIAMO FARE PASSI INDIETRO E NON POSSIAMO ACCETTARE NESSUN DIVIETO. Non possiamo farci tappare la bocca di fronte a chi in nome del profitto ha permesso una strage, grazie alla strage ha diffuso terrore, con il terrorismo ha costruito una pandemia ed ha arrestato 60 milioni di italiani, consegnando l'Italia alla tirannia sanitaria e agli interessi cinesi del 5G e agli italiani un futuro da schivi senza lavoro, senza giustizia sociale, senza libertà, senza Dio. Domenica saremo in strada a gridare libertà, ma anche assassini! Assassini! Assassini!"
Il leader forzanovista richiama gli episodi recenti che hanno sollecitato la dura presa di posizione del movimento clericofascista: "La domenica delle Palme, a Roma, nel quartiere popolare di Tor de Sciavi, un parroco coraggioso si è affacciato dal balcone del campanile e ha detto Messa (vedi foto in alto). Immediatamente sono accorsi decine di fedeli in barba a divieti e quarantena, spinti dall'amore verso la Fede e la Messa, da troppe domeniche assente nelle nostre vite. Incredibilmente sul posto sono arrivati gli sbirri del Gruppo V Prenestino della polizia locale di Roma Capitale che, utilizzando anche alcuni megafoni, hanno allontanato il gruppo di fedeli. Non solo: non contenti di aver bloccato la Messa nel corso della mattinata le pattuglie del Gruppo Prenestino hanno proseguito a fare dei passaggi nella zona per scongiurare nuovi assembramenti di cattolici e, secondo quanto emerso, il parroco nei prossimi giorni verrà ascoltato in quanto responsabile dei fatti. Fatti anomali sono successi anche a Frascati, dove circa trenta persone hanno preso parte a una Messa. I fedeli e il sacerdote si sono ritrovati, nonostante i divieti governativi e della Chiesa di Roma volti al contenimento del coronavirus, nella Cattedrale di San Pietro di Frascati. La polizia è intervenute al termine della celebrazione. Sull'episodio sono state aperte addirittura delle indagini. SIAMO AL DELIRIO. Noi annunciamo che domenica sarà una Pasqua di Vandea. Domenica invitiamo tutti i romani in San Pietro, alla nostra Processione di Pasqua al grido: "Spade della Vandea, Falci della boscaglia, baroni e contadini siam pronti alla battaglia, per vendicare chi morì sopra le ghigliottine per riabbracciare il sole di Francia sulle nostre colline".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700