25 Aprile liberiamoci dall'antifascismo. In 100 alla mobilitazione romana di Avanguardia e Forza Nuova per i camerati reclusi - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

giovedì 25 aprile 2019

25 Aprile liberiamoci dall'antifascismo. In 100 alla mobilitazione romana di Avanguardia e Forza Nuova per i camerati reclusi

25 aprile liberiamoci dall'antifascismo, questa è stata l'idea forza di una giornata di mobilitazione dei militanti della comunità di Avanguardia, del coordinamento di lotta popolare Roma ai Romani e di Forza Nuova che nella tarda mattinata di giovedì 25 aprile hanno organizzato una manifestazione fuori piazzale Clodio per chiedere la liberazione di Giuliano Castellino e Vincenzo Nardulli, sottoposti alla misura degli arresti domiciliari, per una, a loro dire, presunta, aggressione ad un giornalista, avvenuta lo scorso 7 gennaio al cimitero del Verano, a Roma
Alla manifestazione, alla quale, erano presenti più di 100 militanti delle 3 organizzazioni politiche armati di bandiere dell'Italia, croci celtiche e bandiere di partito( Forza Nuova), spiccava uno striscione Castellino e Nardulli liberi.
Nel corso della manifestazione, si sono alternati, in qualità di oratori, Marcello Sinibaldi( comunità di Avanguardia) Valerio Arenare( coordinatore regionale di Forza Nuova) l'avvocato Alessio Pompone difensore di Vincenzo Nardulli  che haspiegato alla stampa ed all'opinione pubblica la matrice squisitamente politica degli arresti dei loro assisti.
Conclusioni sono state affidate a Roberto Fiore, segretario nazionale che ha pubblicamente solidarizzato con Giuliano Castellino e Vincenzo Nardulli ingiustamente detenuti per una presunta aggressione ad un giornalista attaccando una certa magistratura che colpisce duramente chi la pensa in maniera diametralmente opposta al politicamente corretto.
Voglio dire una parola su quanto successo ieri a Milano, precisa Roberto Fiore. Sono stati coraggiosi, perché hanno sfidato il Daspo e le denunce per un ideale. Pensate che possa fare come il ministro dell'Interno che augura per loro la galera? Ma no. Che siano loro domani a governare l'Italia".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700