Il Fronte Nazionale, l'ultimo gruppo sciolto dal Viminale - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

giovedì 21 novembre 2019

Il Fronte Nazionale, l'ultimo gruppo sciolto dal Viminale


Il 21 novembre 2000 il Viminale scioglie il Fronte Nazionale. Stavolta, a differenza del caso di Ordine Nuovo, quando Taviani forzò i tempi dopo la condanna in primo grado, ci mette un anno e mezzo dalla sentenza della Cassazione per cui Franco Freda torna in cella per sette mesi. 
In "Naufraghi" ho raccontato così la sua ultima avventura politica, a cui si sentiva chiamato dagli "dei del sangue e del suolo".



Dopo 13 anni di detenzione Franco “Giorgio” Freda risponde a questa chiamata tornando sulla scena politica. Il leader più radicale del tradizionalismo rivoluzionario, negli anni tumultuosi dell’insorgenza proletaria e giovanile, aveva individuato nel «vietcong, soldato politico povero ma potente» l’emblema dei popoli in lotta contro il dominio dei due Imperi. Ora l’allarme per l’“invasione allogena” – che sale dalle viscere del Paese profondo ed erutta nelle prime insorgenze leghiste – lo dissuade dalla sua vocazione di “allevatore di anime”. LEGGI TUTTO

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700