23 settembre 1980: Adinolfi ricorda il blitz contro Tp e la storia del movimento - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

martedì 24 settembre 2019

23 settembre 1980: Adinolfi ricorda il blitz contro Tp e la storia del movimento

A trentanove anni da quel 23 Settembre in cui si scatenò la quantomeno sproporzionata repressione del sistema contro il movimento politico rivoluzionario Terza Posizione vogliamo ricordarne brevemente i tratti salienti.
Così ieri Gabriele Adinolfi su NoReporter, la sua testata online ha ricostruito la vicenda dell'organizzazione fondata da Peppe Dimitri, Roberto Fiore e lui stesso. Lo riproponiamo qui:

Quelle centinaia di giovani

TP, espressione di giovani (i capi avevano tra i 17 e i 22 anni al momento della fondazione), attrasse tra le sue fila centinaia di giovani e giovanissimi tra il 1976 e il 1980 e, nonostante la sua breve vita, ha rappresentato sicuramente un momento di discontinuità e di novità rispetto alle esperienze extraparlamentari che l’avevano preceduta.
I numeri oggi possono apparire scarni ma, all'epoca, militare significava rischiare tutto in ogni istante, la cultura dominante era molto simile a quella dei tempi dell'Epurazione, le organizzazioni storiche erano state sciolte, le prigioni erano piene di fascisti colpevoli di essere fascisti che "uccidere non era reato" (Corriere della Sera...) ragion per cui l'ambiente si era assottigliato e, rispetto ad oggi, si era uno su cento. Ma quell'uno aveva la fortuna di non potersi presentare per ipotetiche carriere né mostrare con i selfies. Ogni medaglia ha il suo rovescio: quell'epoca drammatica e tragica, vissuta con leggerezza ed allegria, non offriva opportunità materiali di nessun tipo, ma apriva la strada all'ascesi interiore, passando per esperienze guerriere.
Questa non fu prerogativa esclusiva di TP ma dell'intera generazione che resse la piazza tra il 1972 e il 1980.  LEGGI TUTTO

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700