venerdì 30 settembre 2016

29-30 settembre 1975, massacro del Circeo, delitto di un'epoca

Un giorno e mezzo di terrore nella villa di San Felice Circeo, una casa isolata nella zona della Moresca sopra Torre rossa sulle pendici del monte che domina un panorama mozzafiato sul mare delle isole pontine. 36 ore di botte, bastonate, violenze carnali. Ma anche di paura, freddo ed abbandono. Due ragazzine di modeste condizioni economiche che cadono nella trappola di tre ricchi pariolini con gravi problemi sessuali e di affermazione che non disprezzano solo i loro corpi, ma vogliono umiliare le loro vite. Angelo Izzo (nella foto: leggi qui la sua confessione), colui che più degli altri rimarrà  in quella villa, è uno psicopatico che 30 anni dopo tornerà  ad uccidere raddoppiando il numero delle sue vittime. LEGGI TUTTO:

29-30 settembre 1975, massacro del Circeo, delitto di un'epoca

0 commenti:

Posta un commento