Header Ads


Firenze, era falsa l'aggressione: tre denunce per i leader di Casaggi (che contestano le accuse)

Inventarono l'aggressione denunciati tre di CasaggìSolo un nevrotico come me può capire e apprezzare la qualità di chi convive con un'ossessione. E' il caso degli autori del blog fiorentino "Io non sto con Oriana" che si dedicano alla critica del "partito occidentalista" e in questa meritoria opera dedicano un'attenzione sproporzionata ai giovani militanti di Casaggi, il centro sociale animato dalla Giovane Italia del capoluogo toscano.
Bisogna però riconoscere che oramai si è innescato un'escalation virale in cui è difficile distinguere provocatori e provocati.  
Così quando oggi leggo la notizia da loro pubblicata

Casaggì Firenze: Marco Scatarzi, Alessandro Draghi e Francesco Torselli inventano aggressioni inesistenti.


La pratica politica "occidentalista" ha la menzogna come elemento coessenziale.
E fin qui nulla di nuovo.
Altre cose risapute sono il fatto che esistono eccellenze e mediocrità in ogni campo, anche in quello cui fa riferimento la giustizia penale, e che l'esistenza di limiti all'idiozia umana è stata messa in dubbio da più di un pensatore.
Riuscendo a prendere una denuncia per "diffusione di notizie false atte a turbare l'ordine pubblico", i giovani "occidentalisti" fiorentini hanno dimostrato di riuscire ad essere dei mediocri anche nel delinquere.
Oltre che dei cialtroni nell'inventare menzogne. Sul caso specifico ci eravamo già soffermati, prendendolo per buono e purtuttavia considerando quanto sia stridente il contrasto tra la grandiosità degli intenti e la spregevole pochezza dei comportamenti quotidiani.
Fin qui il dileggio.
Poi c'è una considerazione seria.
Il fatto che gente simile faccia capo al partito "occidentalista" più numeroso della penisola e sia fittissimamente rappresentata nelle sue le liste elettorali significa che essa aspira, almeno in prospettiva, ad incarichi pubblici.
Un fatto che dovrebbe essere stimolo per ulteriori ed ancora più pesanti conclusioni.


devo fare ricorso a la cronaca locale di La Repubblica (come mi segnala un lettore del blog che giustamente sbeffeggia il terzetto) per capire che cosa è successo:



CRONACA

Inventarono l'aggressione
denunciati tre di Casaggì

Denunciati per diffusione di notizie false atte a turbare l'ordine pubblico. La Digos di Firenze ha fatto partire una denuncia nei confronti di Marco Scatarzi, Alessandro Draghi e Francesco Torselli, esponenti della Giovane Italia. In un comunicato stampa ripreso anche da un quotidiano avevano denunciato un'aggressione subita da un militante di Casaggì, che sarebbe stato preso a calci e pugni da tre persone riportando - si legge nel comunicato una "lesione mandibolare, trauma cranico e asportazione di un dente""Il tutto in mezzo ai passanti - continua il comunicato - totalmente indifferenti". "Un atto grave e vigliacco - accusavano i firmatari -perpetrato per giunta da ultra-trentenni in sovrannumero, in pieno giorno e nel bel mezzo del centro storico fiorentino". 

Un militante era andato all'ospedale per un'infiammazione al dente del giudizio, ma con un comunicato stampa era stata diffusa la notizia di un'aggressione in pieno centro

Ma dopo aver ricevuto sommarie indicazioni dal medico che ha curato il giovane all'Ospedale di Santa Maria Nuova e effettuato controlli incrociati tra gli ospedali gli investigatori avrebbero scoperto che il ragazzo si era presentato in ospedale per un'infiammazione al dente del giudizio. La notizia dell'aggressione, diffusa dai tre firmatari del comunicato stampa, sarebbe stata dunque falsa, secondo la Digos, che ha presentato la denuncia.

Si tratta, evidentemente, di uno degli episodi segnalati nell'articolo di Marco Petrelli, pubblicato da blog quotidiano, e da me rilanciato qualche giorno fa. E' giusto il caso di segnalare che Torselli è consigliere comunale per il Pdl.

14 commenti:

  1. Più che di un'ossessione, si tratta di un "rimettere le cose al loro posto" per il quale si usa, solitamente, la pausa pranzo. D'altronde, se Casaggì è tanto loquace da impestare tutti i muri di Firenze coi propri manifesti e da pubblicare considerazioni, articoli e resoconti in svariati siti e blog, è segno che desidera essere mediaticamente molto visibile.
    Col rischio che qualcuno tragga anche conclusioni poco lusinghiere.

    RispondiElimina
  2. E' noto ai miei lettori che io non considero per niente negativo coltivare le proprie ossessioni. Anzi, anzi ...

    RispondiElimina
  3. Le accuse di Repubblica sono cadute nel vuoto. Abbiamo risposto riportando la testimonianza scritta del'interessato e pubblicato in rete il referto mancante, che parla di "trauma mandibolare". La leggerezza con la quale si costruiscono accuse e si riportano in rete, è a dir poco agghiacciante.

    A questo link trovate tutto. Vi preghiamo, per dovere di cronaca, di pubblicarlo:

    http://casaggi.blogspot.com/2011/06/accusati-di-aver-denunciato-false.html

    RispondiElimina
  4. non c'è niente da meravigliarsi! a firenze sappiamo benissimo che cassggi è un ritrovo di pagliacci!

    RispondiElimina
  5. Per i pigri che non hanno voglia di andare al blog di Casaggi ecco la replica dei tre accusati:
    ACCUSATI DI AVER DENUNCIATO FALSE AGGRESSIONI A MEZZO STAMPA.
    LA REPLICA DI TORSELLI, SCATARZI E DRAGHI (PDL – GIOVANE ITALIA): “ESIGIAMO SCUSE IMMEDIATE DA CERTA STAMPA E SPIEGAZIONI DA CHI HA MESSO IN DUBBIO LE NOSTRE PAROLE”.

    PARLA IL MILITANTE AGGREDITO.

    Questa la nota diffusa da Francesco Torselli, Dirigente Nazionale della Giovane Italia e Consigliere Comunale del PDL a Firenze, Marco Scatarzi, Presidente Cittadino della Giovane Italia e Responsabile di Casaggì ed Alessandro Draghi, Presidente Provinciale della Giovane Italia e Consigliere Circoscrizionale del PDL:

    “Apprendiamo con estremo stupore che la Questura di Firenze avrebbe diffuso una nota nella quale i sottoscritti sono accusati dei reati previsti dall’Art. 656 del Codice Penale, per aver diffuso notizie false e ad aver procurato così un allarme. Certa stampa ha immediatamente colto la palla al balzo diffondendo note intitolate ‘Spacciano dolore dente per conseguenza aggressione’ e ciò non può che renderci ulteriormente stupefatti. Anche perché, ad avvalorare ciò che abbiamo denunciato, e che peraltro ribadiamo, esiste un referto medico emesso dall’Ospedale di Santa Maria Nuova nel quale si parla, in maniera chiara, di ‘trauma contusivo mandibolare accidentale’ ed al quale viene assegnato un codice verde (documentazione allegata).
    Pur non essendo, nessuno di noi, laureato in medicina, crediamo che la dicitura ‘trauma contusivo mandibolare accidentale’ difficilmente possa indicare un dente cariato.

    Non riusciamo a capacitarsi dei motivi che avrebbero indotto la Questura di Firenze ad avviare dunque questo tipo di procedimento legale nei nostri confronti, visto che il ragazzo in questione è stato aggredito sotto casa, colpito con un pugno ad una mandibola e costretto a ricorrere al pronto soccorso. Gli aggressori, non riconosciuti dal nostro militante, prima e dopo averlo colpito, lo hanno apostrofato con frasi del tipo: ‘Fascista di Merda’ e ‘Bastardo Fascista’ e per questo abbiamo parlato di aggressione legata all’attività militante svolta dal ragazzo aggredito nelle file di Casaggì e della Giovane Italia, movimento giovanile del Popolo della Libertà.

    E se ad oggi il ragazzo non ha ancora esposto una formale denuncia alla Polizia, è semplicemente perché non avendo riconosciuto i propri aggressori, sta valutando la necessità o meno di sporgere denuncia contro ignoti; del resto la legislazione italiana prevede un tempo di 90 giorni dal fatto accaduto per sporgere denuncia o meno.
    Esigiamo da parte di tutti coloro che ci hanno mosso accuse infondate, mettendo in dubbio la nostra serietà, la nostra professionalità e soprattutto offendendo l’operato di quei ragazzi che, semplicemente per propagandare la propria fede politica, rischiano tutti i giorni aggressioni e ritorsioni, le scuse immediate, mentre da chi ha diffuso la notizia attendiamo di ricevere le adeguate spiegazioni.

    Contro chi ha chiamato in causa i sottoscritti, accusandoli di essere dei millantatori e degli inventori di notizie false, valuteremo nei prossimi giorni quali vie legali intraprendere per tutelare la nostra immagine e quella dei movimenti e del partito a cui facciamo riferimento”. (1-continua)

    RispondiElimina
  6. Seconda parte della nota di Casaggi:
    Queste invece le parole di Manuele, 22 anni, militante della Giovane Italia e di Casaggì, aggredito il 21 giugno scorso di fronte alla propria abitazione:
    “Il 21 giugno scorso, poco prima delle 15.30, come ogni giorno sono uscito dal portone di casa mia, in Via Santo Spirito, per andare a lavoro. Avevo le mani occupate dal manubrio della mia bicicletta che stavo spingendo lungo la strada, quando, all’improvviso mi sono visto sbucare di fronte tre ragazzotti che, a passo svelto, si sono diretti verso di me.
    Giusto il tempo di alzare lo sguardo che uno di questi mi ha apostrofato con un: ‘Fascista di Merda’ e subito dopo mi ha mollato un pugno in piena faccia, all’altezza della mandibola destra.
    Sono caduto a terra, sbattendo la testa sul sagrato e, mentre i tre ragazzi fuggivano, mi sono state rivolte altre offese, tutte a sfondo politico.
    Dopo essermi rialzato, provando un fortissimo dolore alla mandibola, ho deciso di recarmi al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Santa Maria Nuova, dove, alle 16.16 mi è stato diagnosticato un trauma contusivo alla mandibola, dovuto a cause accidentali.
    Dopo essere stato dimesso, ho informato dell’accaduto i responsabili del mio movimento, Marco Scatarzi e Alessandro Draghi, nonché il Consigliere Comunale del PDL, Francesco Torselli, ai quali ho raccontato l’accaduto.
    Oggi scopro che Francesco, Marco e Alessandro sarebbero stati denunciati (?) per diffusione di notizie false e che in realtà mi sarebbe stato diagnosticato soltanto un dente dolorante. E’ vero, dalle radiografie che mi sono state fatte, mi è stato anche detto di rivolgermi ad un dentista a causa di un problema riscontrato ad un dente – e non credo di dire chissà quale assurdità nel supporre che tale dolore potrebbe anche essere stato accentuato o risvegliato dal pugno subito – ma ciò non toglie che io, al pronto soccorso non ci sono certo andato per una carie!
    Leggo anche, sul sito di un autorevole quotidiano fiorentino, che all’Ospedale di Santa Maria Nuova mi sarebbe stata diagnosticata un’infiammazione ad un dente e non un trauma contusivo. Mi chiedo se questa gente, prima di diffamare l’immagine e la credibilità altrui, si sia presa la briga di richiedere copia del mio referto, nel quale si legge bene la dicitura ‘trauma contusivo mandibolare accidentale’.
    Sono allibito e sconcertato per quanto accaduto e mi auguro che chi ha diffuso queste accuse infondate abbia perlomeno il buon senso di smentirle, chiedendo scusa a Torselli, Draghi e Scatarzi”.

    RispondiElimina
  7. IL FOGLIO DI INGRESSO AL PRONTO SOCCORSO CON CODICE NON URGENTE RIFERISCE TRAUMA CONTUSIVO ( viene riporttao cio' che dice chi si presenta al pronto soccorso , non e' una diagnosi , e viene fatta prima della visita medica ) quindi perche' non postate anche IL REFERTO CON l'esito medico finale dopo la visita rilasciato dal medico dove "venivano escluse lesioni o patologie derivanti da traumi connessi ad un’aggressione, e diagnosticata un semplice “dolore emimandibolare dx” causato da “ottavo superiore a dx parzialmente incluso.."


    un conto e' cio' che dice un paziente in arrivo al pronto soccorso e un conto e' L'ESITO DELLA VISITA MEDICA CON LA DIAGNOSI E LA PROGNOSI...pubblicate quella allora se ne riparla con obiettivita'



    MARCO X

    RispondiElimina
  8. E infine una precisazione e una domanda:
    1. Perché prendersela con La Repubblica se si è limitata a rilanciare una nota della Questura di Firenze?
    2. Perché il questore di Firenze (in genere questo tipo di funzionari è naturalmente ligio al potere politico) dovrebbe arbitrariamente denunciare esponenti del partito del presidente del Consiglio?

    RispondiElimina
  9. ‘trauma contusivo mandibolare accidentale’ ed al quale viene assegnato un codice verde (documentazione allegata)."

    CIO' CHE AVETE ALLEGATO non e' la diagnosi ma il codice che viene dato in base all'urgenza ed in base a cio' che dice il PAZIENTE..che spesso viene data al TRIAGE dal personale infermieristico al paziente che puo' dire cio' che ritiene opportuno..dopo questa prima fase , si attende la visita medica dove un medico del pronto soccorso dopo aver valutato il paziente , redigera' il documento finale ( che non avete fatto vedere, per ora, a nessuno) con l'esatta diagnosi , le cure prestate eventuali radiografie fatte e la prognosi cioe' i giorni di malattia e le eventuali medicine o medicazioni da prendere...questo e' il VERO REFERTO MEDICO dove si possono dare considerazioni REALI

    quindi per piacere se volte controbattere alle accuse dovete essere completi nel portare prove , in questo caso il referto FINALE del medico del pronto soccorso e non IL FOGLIO DI AMMISSIONE A VISITA CORREDATO DAL CODICE DI PRIORITA'

    CODICE ROSSO

    RispondiElimina
  10. manca : la risposta della RX ORTOPANTOGRAFICA ( radiografia al dente ) e manca la risposta delle conclusioni del medico...

    quindi si sa che e' andato al pronto soccorso ed ha fatto una rx in base al fatto di avr detto di essere stato aggredito..ma manca la RISPOSTA del medico del pronto soccorso e le'sito della rx per valutare se cio' che il paziente ha dichiarato all'accesso al pronto soccorso sia REALE...


    DR. BLACK

    RispondiElimina
  11. Casaggì ha pubblicato davvero un referto di pronto soccorso, dal quale si evince che è possibile venire aggrediti a calci e pugni da tre esemplari di Homo Sapiens Sapiens maschi adulti cavandosela con la prescrizione di un collutorio e di un blando antidolorifico.
    Non si finisce mai di imparare.

    RispondiElimina
  12. si certo..ma non e' un referto completo bensi' il foglio di accettazione al pronto soccorso iniziale...

    al pronto soccorso ogni giorno si presenta gente che dice di essere stata aggredita (liti varie tra familiari ,amici , ubriachi etcetc) e cio' vien scritto su quel foglio di accettazione in cui si redige cio' che viene detto vero o falso che sia, con il codice colore..poi si viene visitati dal medico che verifica la situazione reale in base alla visita ed agli esami vari fatti dopo l'accettazione !!!...........e rilascia il REFERTO DEFINITIVO quello che casaggi non ha messo in onda...PER ORA..puo' sempre metterlo a disposizione...allora valuteremo..


    zorba

    RispondiElimina
  13. sul sito di CASAGGI' il referto finale NON PARLA DI TRAUMA (COME DICONO INVECE QUELLI DI CASAGGI'..sulla foto allegata..) ma parla di : "dolore emimandibolare dx" senza dire se trattasi o no di trauma subito..e consiglia la seguente cura.."colluttorio per sciaqui e tachidol se c'e' dolore al bisogno.."

    quindi non dimostra altro che !"dolore al dente"

    A CASAGGI non sono nemmeno buoni a leggere un documento e scrivono "LA DIAGNOSI, A CONFERMA DELLA ANAMNESI, PARLA DI TRAUMA MANDIBOLARE:
    " ...mentre non e' vero basta leggere il referto dove si dice "DIAGNOSI : DOLORE EMIMANDIBOLARE"....


    http://www.casaggi.org/


    foto

    http://4.bp.blogspot.com/-MKFr2FecMas/TgygJ53Ad2I/AAAAAAAAE1s/DSGFl9fanb0/s1600/Referto+Manuele+%25282%2529.JPG

    RispondiElimina

Powered by Blogger.